Max Fanelli incontra il Presidente delle comunità islamiche italiane

12/07/2015 - Sabato ho avuto un incontro, dopo un mio invito, con il dott. Dachan Mohamed Nour, Presidente delle comunità islamiche italiane, per cercare di capire quale è la posizione della religione mussulmana riguardo l’eutanasia e l’accanimento terapeutico.

Un incontro per la nostra cultura insolito, prudente, curioso. Lo é sempre quando si incontrano religioni e tradizioni diverse da quelle che il nostro sistema famiglia, Stato, Chiesa, ci inietta attraverso quella serie di input, chiamati ‘processo di socializzazione’, che ha il compito di fornire schemi logici e modelli affettivo- comportamentali sufficienti per adeguarti nella tua città ma inadeguati quando ti trovi a relazionarti con persone cresciuti in ambienti sociali e religiosi molto diversi dai nostri e che lasciano quasi sempre trasparire dai neofiti dell’intercultura, un atteggiamento di superiorità morale ed intellettuale che segue quasi sempre le direttrici da nord a sud del mondo, dell’Europa e dell’Italia, dall’occidente all’oriente, dai bianchi più bianchi ai neri più neri, causa che favorisce episodi di intolleranza e discriminazione.

Un incontro che ha lasciato trasparire una posizione non dissimile da quella della chiesa cattolica perlomeno nella relazione Uomo- vita - malattia - dio. Ho avuto diversi altri incontri con esponenti della religione mussulmana in Italia ed Africa e quello che mi ha sempre colpito è l’estrema convinzione nei fondamenti religiosi ma anche un profondo rispetto per me, tra loro e per il loro credo. Ci siamo lasciati con la promessa di incontrarci ancora, cosi, anche per il piacere del puro stare insieme e del colloquiare. Mi ha lascito cosi, non senza emozione e senza fretta.

Con un bacio nella guancia. Che differenza con le cariche più alte della Chiesa cattolica conosciute finora. Ora, come sempre nella mia vita cercherò di conoscere tutte le posizioni sociali religiosi e politiche nel rispetto di un approccio multiculturale, indispensabile nella società moderna





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2015 alle 12:30 sul giornale del 13 luglio 2015 - 384 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, eutanasia, Massimo Fanelli, Io sto con Max-Sì all'eutanasia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alPI