Riversamento in mare di fanghiglia maleodorante, prelevati campioni da analizzare. Nessun pericolo per l'acqua

08/07/2015 - Mercoledì mattina il personale dell'Arpam, su richiesta dell'Ufficio Locale Marittimo di Senigallia, ha prelevato in mare campioni da analizzare ma, pur attendendo i risultati delle analisi, è stato escluso il pericolo per l'acqua.

Infatti nel tratto di spiaggia libera del Ponterosso alcuni bagnanti avevano notato scorrere acqua marrone, molto densa e maleodorante proveniente dal fosso Sant'Angelo. Immediata la segnalazione al personale dell'Ufficio Locale Marittimo che, per scrupolo e garantire la massima sicurezza a turisti e cittadini, ha preferito chiamare l'Arpam.

I risultati delle analisi, sui campioni prelevati, dovrebbero arrivare nei prossimi giorni ma il personale intervenuto ha escluso il pericolo per l'acqua. A garanzia di sicurezza, tiene ad evidenziare il Comandante dell'Ufficio Locale Marittimo Cristoforo De Giuseppe, il fatto che l'Arpam non ha proposto un divieto di balneazione.

Il personale dell'Arpam e dell'Ufficio Locale Marittimo, difatti, pensano possa trattarsi di acqua stagnante che, a seguito dei lavori nel fosso e nello specifico della rimozione di un grosso tronco che ostacolava il deflusso dell'acqua, si sia riversata ora in mare.





Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2015 alle 16:30 sul giornale del 09 luglio 2015 - 1082 letture

In questo articolo si parla di cronaca, senigallia, arpam, Sudani Alice Scarpini, Ufficio Locale Marittimo, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alF0