Expo: Amati (Pd), 'Bene la richiesta di Lorenzin di garantire l'accesso anche agli animali'

Silvana Amati 08/07/2015 - "Accolgo con soddisfazione la notizia della richiesta del ministro Lorenzin di rivedere le regole d’accesso ad Expo, per consentire l'ingresso agli animali d’affezione. Il divieto attualmente in vigore è incomprensibilmente in controtendenza rispetto al percorso intrapreso da numerose Regioni e Comuni italiani, che hanno modificato i propri regolamenti per consentire agli animali da compagnia il libero accesso a luoghi pubblici e mezzi di trasporto".

Lo afferma la senatrice Silvana Amati, Responsabile Pd per il Settore Tutela e Salute degli Animali.

"Raccogliendo le segnalazioni di cittadini e associazioni animaliste, in molti abbiamo sottoscritto l'interrogazione sul tema presentata lo scorso 19 marzo dalla collega Granaiola. Auspichiamo - continua - che sia dato seguito al più presto alla richiesta del ministro della Salute e si garantisca l'accesso ad Expo ai tanti visitatori che, nel rispetto delle regole per la gestione degli animali nelle aree urbane, arrivano ad Expo con accompagnatori non umani".

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2015 alle 18:07 sul giornale del 09 luglio 2015 - 548 letture

In questo articolo si parla di silvana amati, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alGI


Ma lo sa l'Amati che all'EXPO gli animali si mangiano addirittura?

Scherzi a parte, ma come senatrice rappresenta le persone italiane o gli animali italiani?

E soprattutto, a che servono gli animali d'affezione nel sito Expo? A fare compagnia?
E perché farli soffrire il caldo visto che a loro (i poveri animali) di visitare i padiglioni Expo non glie ne frega niente?
A mio avviso un padrone che si porta l'animale in un luogo simile non è certo un grande amico degli animali.

Si faccia piuttosto un'interrogazione per avere gli animali in parlamento, chissà che siano meglio dei nostri deputati e senatori.

Dopo questa notizia il popolo italiano è più sereno e fiducioso del carattere democratico della senatrice e della lungimirante ministra della salute. Grazie signore.... se non ci foste voi saremmo in mezzo ad una strada.

Luigi Alberto Weiss

09 luglio, 08:27
Su queste "iniziative" parlamentari, il suo Capo toscano non ha nulla da ridire. Per altre cose che in passato avevano avuto la senatrice senigalliese in prima fila, come la difesa della Costituzione, l'atteggiamento sarebbe opposto e allora meglio badare agli animali e non inquietare il Capo.

P.S.- Sull'Expo ben altre dovrebbero essere le interrogazioni da presentare, cara senatrice!