Rebecchini, Paradisi, Canestrari, Massersì: mozione contro le Trivellazioni nel Mare Adriatico e stoccaggio di Co2

Trivellazioni in Adriatico 07/07/2015 - Sig.Presidente, Le inviamo la seguente mozione affinché la comprenda all'ordine del giorno della prossima seduta del consiglio comunale.

Premesso che
- il decreto legge del governo Renzi   detto “Sblocca Italia”  promuove le trivellazioni nel mare  Adriatico e lo stoccaggio di CO2, con il rischio altissimo di mettere in pericolo l’economia turistica, la pesca e l’ecosistema del Mare Adriatico;

- questa Amministrazione si è già  occupata del problema dello stoccaggio geologico di CO2 davanti alla costa senigalliese con interpellanza e interessamento del consigliere Dario Romano, con  conseguente interrogazione al Consiglio d'Europa di Debora Serracchiani e con una netta e ufficiale posizione, assunta dal Sindaco in quella occasione in merito al proposito della Independent Gas Management s.r.l (ma correva l’anno 2012 e al governo non c’era Renzi…);

- vi è stata un’ulteriore interpellanza, in consiglio comunale,  in data 19 marzo 2015 da parte del consigliere Luigi Rebecchini,  che denunciava oltre ai terribili rischi dei progetti anche la mancanza assoluta di notizie dal 2012 al 2015;

Considerato che
- è mancato ogni coinvolgimento della città che invece aveva ed ha pieno diritto di sapere;

- non può rassicurarci in nessun modo il ricorso promosso dalla Regione Marche alla Corte Costituzionale per violazione degli articoli 117 e 118 Cost. relativi alle competenze decentrate, perché il “progetto Sibilla” sta andando comunque avanti, come va avanti anche la volontà di trivellazione;

- i motivi per temere simili attività sono già noti grazie a copiosa letteratura scientifica e, per quanto riguarda Senigallia, aggravati dal fatto che il progetto “Sibilla” classifica l'area di Senigallia come caratterizzata da “minima o nulla sismicità”, affermazione che contraddice in pieno la realtà e la storia di questo territorio. La stessa area prevista per lo stoccaggio è, secondo le carte geologiche, attraversata da una faglia.

Premesso e considerato tutto ciò,

                                                    Il consiglio Comunale di Senigallia

Impegna  il Sindaco, anche in  qualità di Presidente Regionale Anci e l’intera Giunta a farsi promotori di incisive iniziative nei confronti del governo Renzi, coordinando anche  i comuni della costa Marchigiana, affinché il governo cancelli i progetti di trivellazione e stoccaggio, perché il mare possa continuare ad essere ancora nostro preservando l’ecosistema dell’Adriatico.



Luigi Rebecchini e Roberto Paradisi  (gruppo Unione Civica)

Alan Canestrari (gruppo Forza Italia)

Daniele Messersì (gruppo Lega Nord)





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-07-2015 alle 16:35 sul giornale del 08 luglio 2015 - 501 letture

In questo articolo si parla di luigi rebecchini, politica, adriatico, petrolio, Unione Civica, idrocarburi, trivellazioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alCV


Fermate quei matti prima che vanno avanti a ficcare quella robaccia sottoterra.
Fermate i petrolieri in Adriatico, questo e' un lago piu' ce un mare e farete un casino per cosa? Per tirare su due bicchieri di petrolio?
Ma fate le energie innovative, che siamo pieni di sole e di vento da usare, altro che queste cose che poi pagheranno i nostri nipoti e i loro nipoti.
Fermatevi!!!!

Luigi Alberto Weiss

08 luglio, 09:00
Dove sono finiti i Verdi del pattuglione che accompagna l'ora "consulente" Ceresoni sul fronte delle lotte ambientaliste? Dov'è Luciano Montesi? Dov'è Castriota? Dove sono finiti gli uomini del 30 all'ora sul lungomare, della guerra al maxidistributore (?) di Borgo Molino?




logoEV