Senigallia Città della fotografia: a Palazzo del Duca la mostra dedicata agli Archivi fotografici del Musinf

02/07/2015 - Le giornate della fotografia al Palazzo del Duca, inaugurate a fine giugno dal sindaco Maurizio Mangialardi, condotte dall'assessore Simonetta Bucari, da Stefano Schiavoni per la Fondazione Senigallia, e da Barbara Bergaglio, responsabile degli Archivi di Camera, Centro Italiano per la Fotografia, hanno segnalato l'interesse ed il grande rilievo degli archivi fotografici del Musinf.

Lorenza Bravetta, direttrice del Centro Italiano per la Fotografia, ha anche annunciato che sull'argomento archivi è stata avviata una collaborazione, che sarà continua tra Camera Torino, Musinf di Senigallia e Fondazione Senigallia.

"Poichè il Musinf sta trasferendo la sua sede al Palazzo del Duca" ha annunciato il prof. Bugatti “in quegli spazi, a partire da metà luglio è stata programmata una serie sistematica di mostre, capaci di mettere a disposizione del pubblico le civiche raccolte fotografiche". Si partirà con l'esposizione al Palazzo del Duca delle nuove acquisizioni, tra cui ci sono quelle del nucleo internazionale di foto di Leo Matiz, Ara Guler, Coskun Asar. Saranno poi esposti i ritratti di artisti del '900 conservati dagli Archivi del Musinf: Enzo Cucchi ritratto da Maria Mulas, Arnoldo Ciarrocchi, Valeriano Trubbiani e Arnaldo Pomodoro ritratti da Emanuele Sforza, Mario Giacomelli raccontato da Paolo Mengucci, Mirella Bentivoglio ritratta da Ruggero Passeri.

Sul filo dell'emozione Paolo Mengucci ha illustrato nel recente incontro con Barbara Bergaglio la vasta raccolta dei suoi scatti relativi al suo amico Mario Giacomelli, conservati al Musinf. Si tratta di ritratti che son apparsi sui giornali di tutto il mondo, specie in occasione della mostra di Mario Giacomelli alla Biblioteca Nazionale di Parigi. Poi Maria Mulas ha recentemente donato al Musinf una suite di ritratti del pittore Enzo Cucchi, da lei scattati su richiesta di Achille Bonito Oliva in preparazione della prima presentazione dei protagonisti della tansavanguardia. Nell'archivio del Musinf sono anche conservati i ritratti dei maggiori artisti contemporanei, tra cui lo stesso Enzo Cucchi, Pablo Echaurren, Sandro Chia, Mirella Bentivoglio, Mark Kostabi, Gino Marotta, Pietro Cascella, Luca Patella, Lamberto Pignotti, Nanni Balestrini, Nicola Carrino, Chima Sunada, scattati da Ruggero Passeri.

Una suite che rappresenta il risultato di un lungo lavoro di documentazione, che l’artista romano ha dedicato all’arte del secondo Novecento. Gli scatti di Passeri testimoniano la sua volontà di conoscere da vicino modi di essere, di vivere, di lavorare delle donne e degli uomini, che hanno interpretato un capitolo importante della cultura visiva italiana. Si tratta di una galleria di immagini affascinante e panoramica. Ciascun artista vi appare ritratto nel suo mondo quotidiano. Al di là quindi della dimensione della cronaca d’arte e di mercato.  Ruggero Passeri è nato a Roma. Ha collaborato per molti anni con l'Osservatorio della Fotografia della Provincia di Roma ed ora collabora con l'Osservatorio fotografico del Miur.

Nel 2011 la sua raccolta di fotografie "Kaputmundi" è stata esposta all'Istituto Italiano di Cultura a Vienna, e successivamente alla Società Dante Alighieri di Salisburgo. Nell'ottobre 2013 la Casa delle Letterature di Roma ha esposto il suo lavoro fotografico "In cerca di Tommaso", composto da 25 immagini basate sul romanzo di Pier Paolo Pasolini "una Vita Violenta".

 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2015 alle 15:39 sul giornale del 03 luglio 2015 - 454 letture

In questo articolo si parla di cultura, musinf, fotografia, mostra, senigallia, Archivi fotografici del Musinf

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/alpM