Paradisi: Stefania Martinangeli è una "bugiarda politica"

roberto paradisi 24/06/2015 - Bugiarda e senza nessuno scrupolo politico. La Martinangeli, per giustificare l'inciucio mediocre con Mangialardi, si inventa che l'opposizione avrebbe garantito l'appoggio a Marco Bozzi in caso di voto a Sardella. Bugiarda e teatrante della politica da prima repubblica!

Abbiamo incontrato come coalizione la Martinangeli sei giorni fa nel mio studio e le abbiamo semplicemente detto che avremmo appoggiato volentieri la sua candidatura alla vice-presidenza (e non certo quella di Marco Bozzi) a patto che l'avesse motivato non il mantra indigeribile del "ce lo meritiamo perchè siamo la seconda forza politica" (semmai sono arrivati terzi) ma proponendosi come persona competente di norme e regolamenti. Stop. L'unica condizione era questa.

Abbiamo poi proposto alla Martinangeli di appoggiare Sardella, in caso di arroccamento della maggioranza sulla presidenza, semplicemente perchè - le abbiamo spiegato in modo didascalico - Sardella sarebbe stato l'unico a garantire anche l'opposizione avendo già dato esempio di autonomia (si veda il voto su Cpl Concordia). Nessun nesso tra le due cose.

Quella è stata la prima e, assicuro, ultima occasione di incontro e dialogo con la bugiarda politica Martinangeli.


da Roberto Paradisi
Consigliere Comunale Unione Civica




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-06-2015 alle 10:25 sul giornale del 25 giugno 2015 - 3125 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, politica, Unione Civica, Stefania Martinangeli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ak6V


Credo paradisi abbia un complesso d'inferiorità grosso quanto una casa.

Osservandolo si capisce perfettamente perchè.

Il movimento è composto, integralmente (le persone sospette sono state buttate fuori), da persone oneste che tendono a non allearsi, in genere ma non sempre, con nessuno.

Con tutto il dovuto rispetto, paradisi, se m5s votasse per accontentare gente che pesca i voti a destra e a destra estrema (quelli che vanno in giro con il braccio alzato), perderebbe tutto il consenso che ha ottenuto.

Fossi in lei, paradisi, non mi vanterei troppo di essere arrivato secondo in una cittadina in cui la maggioranza assoluta ha votato per un sindaco che ha la quasi esclusiva responsabilità morale dell'alluvione (e altro cosette minori).

Non si vanti troppo ed eviti gli attacchi personali, dato che ha querelato chi le ha contestato la pensione da statale che percepisce, dimostrando la sua permalosità, piuttosto tipica, anche questa, di chi ha complessi di inferiorità (verso sconosciuti, peraltro).

Erano stati scaricati già da molti grilletti prima delle elezioni.

Non entro nel merito della qustione ma
secondo il mio modesto parere Lei Avvocato Paradisi sbaglia ad attaccare la Sig.ra Martinangeli a livello politico. Fa solo il gioco della maggioranza.
Credo che a sto punto il sindaco Mangialardi si sfrega le mani.
Leonardo Maria Conti

Dicis è in leggerissima confusione.
Paradisi prende una pensione statale?
Quello era un altro.
Ma, ad ogni modo, ci sono i fatti.
E i fatti parlano più delle parole chiare, figuriamoci di quelle scritte in stato confusionale.

N.H.m.u.

24 giugno, 22:40
Commento sconsigliato, leggilo comunque

l'unica cosa giusta dell'articolo è che Stefania è una persona competente e aggiungo che mette senza dubbio , al primo posto, l'onestà e la trasparenza , ingredienti primari del Movimento. E così anche gli altri consiglieri del m5s....chi sa come lavorano all'interno del gruppo capisce immediatamente che l'articolo è solo un bla bla bla per confondere i cittadini ma è inutile!! Ora ci sono e si faranno sentire. Gli attacchi alle persone a loro non interessano. Il loro interesse è lavorare sui veri contenuti! stop!

Dopo un flop elettorale come quello della coalizione di estrema destra-sinistra che si poneva - o meglio, nelle previsioni di chi ne faceva parte, si sarebbe dovuta porre - come unica alternativa al Sindaco uscente, un pò di silenzio o quanto meno abbassare i toni sarebbe opportuno.
Invece mi pare che tra "lecci" tolkeniani, presidenze e vicepresidenze sgradite non si perda occasione per mostrare i muscoli e alzare i toni. Un comportamento che ha dato i suoi frutti alle elezioni.

Roberto, la verità scotta. Tu la dici sempre, anche bruscamente e per questo sei destinato a suscitare reazioni scomposte. Ma non mollare, anche perché, nella vicenda che denunci in questo articolo, il comportamento è palese: il M5S di Senigallia, che fa dell'arrembaggio al potere il suo unico evidente scopo, ha fatto inciuci col sindaco. Lo dicono i numeri, l'esito della votazione, insomma, i fatti.

Tutto il resto è chiacchiera strumentale.

Giusto: "lo dicono i numeri, l'esito della votazione, insomma, i fatti." Neppure il 20%..

I fatti non interessano a nessuno.
Contano i modi. Non bisogna urlare, non bisogna denunciare, non bisogna disturbare.
Questa è Senigallia.
Senigallia è contenta di non sapere.

Sempre colpa di quell'altri...sta community é gonfia de capiscioni oh!

Buona la prima.
Pentastellati o cos’altro? Opposizione o appoggio incondizionato alla maggioranza? Così i nuovi grillini si son subito lanciati alla conquista della poltrona. Se il buongiorno si vede dal mattino sappiamo già a fianco di chi combatteranno le loro battaglie. Di certo il Pd ha già azzittito l’abbaiare di questi onesti, trasparenti e incorruttibili personaggi facendoli addentare un gustoso osso. Tuttavia è ancora troppo presto per giudicarli, ma il loro tanto vantato pedigree non è un valore aggiunto da sbandierare come unico antitodo per neutralizzare le inefficienze amministrative considerato che anche Mangialardi, la sua giunta e l’intero consiglio sono composti da persone oneste e trasparenti, fino a prova contraria. Di conseguenza attendo di vederli al lavoro e solo allora potrò misurare il loro grado di competenza che, purtroppo, non sempre coincide con la sommatoria delle loro capacità individuali. In politica, dove tutto è distorto nel nome della democrazia, quello che conta è solo la coerenza delle proprie idee. Vedremo se questa virtù è nel loro dna o se agiranno più per il potere che per il benessere dei cittadini che li hanno votati.

onesta, trasparenza sono i motti Nazionali: sono validi anche a livello locale? Questo è il dilemma!!