Il Pd sul 'caso' Sardella: 'Atteggiamento inopportuno ma non è un problema'

Elisabetta Allegrezza 23/06/2015 - Pd compatto nello stigmatizzare la presa di posizione del consigliere Simeone Sardella, che dopo aver criticato le nomine di giunta, aveva accettato la candidatura a presidente del consiglio comunale offerta dalla minoranza e annunciato di votare secondo coscienza le pratiche consiliari.

“Avrebbe dovuto ringraziare ma rifiutare l’offerta dell’opposizione –afferma la senatrice Pd Silvana Amati- se c’è una proposta del gruppo a quella ci si attiene. Le sue competenze dovrebbe metterle al servizio del Pd per renderlo più forte non per creare scompiglio”.

“L’atteggiamento di Sardella è stato inopportuno ma non rappresenta un problema
–fa eco la segretaria Elisabetta Allegrezza- se il gruppo consiliare del PD e la maggioranza ha individuato in Dario Romano il presidente del consiglio a quello ci si deve attenere perché in democrazia funziona così”.





Questo è un articolo pubblicato il 23-06-2015 alle 23:47 sul giornale del 24 giugno 2015 - 1094 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica, Elisabetta Allegrezza, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ak54


Maurizio Tonini Bossi

24 giugno, 08:32
Un saggio mi disse: "taci o dì cose migliori del silenzio"; è quello che a mio avviso avrebbe dovuto/ potuto fare il PD nei Confronti di Simeone Sardella, uomo di una levatura Politica e Morale alta, molto alta al confronto di un PD che ha dialogato con Berlusconi e dialoga con il vuoto di Alfano.- La presa di posizione di Sardella (non entro nel merito delle questioni che ha posto) va assunta come motivo di riflessione, o basterebbe tacere anzichè parlare di pecche, sopratutto quando sarebbe necessario parlare, insieme, di "pagliuzze e travi"

Simeone Sardella è un galantuomo che sa cos'è la democrazia e qual è il ruolo di un presidende di un Consiglio comunale: essere, mostrarsi, comportarsi da direttore d'orchestra super partes.

Dario Romano non conosce la democrazia né le prerogative di quel ruolo, visto il suo inqualificabile comportamento durante la prima seduta del Consiglio. Ed è per questo che l'avete scelto, probabilmente. Ché ormai la gazzarra, l'arroganza, lo sfregio delle regole democratiche, la supponenza, l'incompetenza sono le cifre di un partito allo sbando, sempre più popolato da perditempo, giovani male educati in primis.

Perdete voti a rotta di collo e siete costretti a raccattarli utilizzando mezzi sempre più meschini, ma non riuscite a cambiare. D'altra parte come potreste, se ormai potete far conto solo sui peggiori?

Romano è l'inesperto dell'apparato, Sardella unica voce libera che aveva cercato di coinvolgere l'opposizione e Allegrezza rappresenta l'apparato del soviet locale.

"...Le sue competenze dovrebbe metterle al servizio del Pd per renderlo più forte......"

ma questa è fuori!
O come tutti i compagni che si rispettino ancora pensa che tutto quel che va bene per il partito va bene per tutti.

Il PCUS era uno zuccherino......

Daria Utente Vip

24 giugno, 16:56
Per favore non nascondiamoci dietro un dito.

L'opposizione, Sartini in particolare, ha proposto Sardella perché questo aveva già espresso il proprio disappunto per non essere stato inserito nella rosa degli assessori.
Lo hanno blandito esprimendo grande ammirazione per la sua imparzialità e blandendo la sua autostima ed il suo orgoglio.

Sardella è caduto nella trappola e l'opposizione ha messo a segno un punto.




logoEV