Truffa di finte società: la Corte d'Appello rivede le condanne per 8 imputati

Aula di tribunale 22/06/2015 - Lunedì la Corte d'Appello di Ancona, presieduta dal giudice Giuseppe Luigi Fanuli, nel corso di un processo per truffe e fallimenti ha accolto l’eccezione di merito del danno di ingente entità presentata dagli avvocati delle 8 persone condannate in Primo Grado (2013).

La banda era accusata di avere rilevato delle società sull'orlo del fallimento, intestandole a prestanomi. “Si tratta di un riconoscimento importante rispetto alla sentenza di Primo Grado - conferma l’avvocato Corrado Canafoglia, legale di due degli 8 imputati- Attendiamo ora le motivazioni, che dovranno essere depositate entro 90 giorni, per poi ricorrere in Cassazione ed arrivare ad un’ulteriore riduzione o meglio ancora all’assoluzione”.

Infatti gli avvocati delle 8 persone, arrestate nel 2004 dalla Guardia di Finanza di Ancona e condannati in Primo Grado a pene comprese tra i 14 ed i 4 anni di reclusione per i fatti avvenuti nell’arco temporale 2000-2004, ritenendo che l’accusa era stata fondata soltanto sulle dichiarazioni del Gruppo d'investigazione sulla criminalità organizzata della Guardia di Finanza (G.I.C.O.) senza le opportune verifiche, hanno presentato l’eccezione di merito del danno di ingente entità.

La Corte d’Appello, accogliendola, ha fatto cadere l’aggravante ed ha quindi rideterminato le condanne a: 7 anni e 6 mesi di reclusione per Vinnaco Frezza, assistito dall’avv. Canafoglia; 6 anni di reclusione per Luigi Pettinelli, assistito dall’avv. Piccinetti; 5 anni di reclusione per Maurizio Frezza, assistito dall’avv. Benini, e Catia Carbruzzi, assistita dall’avv. Canafoglia; 4 anni di reclusione per Rocco D’Agostino, assistito dall’avv. Benini; 3 anni di reclusione per Maurizio Pierantoni, assistito dall’avv. Olivi; 2 anni di reclusione per Maurizio Marcelli, assistito dall’avvocato Liso, e Sandro Orazi, assistito dall’avv. Vannini.

Tutte le otto persone sono libere.





Questo è un articolo pubblicato il 22-06-2015 alle 19:52 sul giornale del 23 giugno 2015 - 1118 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giustizia, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ak2p





logoEV