Controlli nelle aziende gestite da prestanomi stranieri, le Fiamme Gialle sequestrano 2 milioni di euro

Guardia di finanza 22/06/2015 - Operazione ‘Scatole cinesi’. Le Fiamme Gialle proseguono i controlli in aziende gestite da prestanomi stranieri che offrono, nei vari settori di attività, i loro prodotti o servizi a prezzi vantaggiosi, lucrando sul fatto che, dopo aver regolarmente fatturato, non versano né imposte dirette, né iva al fisco.

In tale ambito, la Tenenza di Senigallia, ha scoperto 13 aziende gestite da cinesi che, nel campo dell’abbigliamento, hanno venduto prodotti fashion per circa 8 milioni di euro nell’ultimo quinquennio, senza però versare un euro alle casse dello Stato.

Pertanto, al termine delle indagini in cui sono stati scoperti i reali dominus dell’ingente giro d’affari che si nascondevano dietro i soggetti prestanome delle aziende, i finanzieri hanno sequestrato circa 2 milioni di euro tra conti correnti bancari, beni mobili e immobili e crediti verso terzi.





Questo è un articolo pubblicato il 22-06-2015 alle 14:00 sul giornale del 23 giugno 2015 - 626 letture

In questo articolo si parla di cronaca, guardia di finanza, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ak1R





logoEV