Calcio: grande partita di Viali al torneo di Calciotto al Centro Sportivo Polivalente “La Cesanella”

20/06/2015 - Torneo di Calciotto al Centro Sportivo Polivalente “La Cesanella”. Metti una sera prima di cena o dopo aver cenato di fretta e ti viene la voglia di andare a vedere una partita di calciotto o di Calcio a 8 se preferite ed allora devi andare alla Cesanella nel campo del Prete o meglio della struttura che l'illuminato parroco del posto ha fortemente voluto e realizzato e che ha dato in gestione a quel geniaccio di Andrea Ricordi.

E, venerdi 19 alle ore 20,15, orario anche un po' insolito, e' andata in scena una delle 2 semifinali di un torneo che inzia poco dopo Natale e finisce, se tutto va bene intorno a fine giugno. D'altronde, piu' partite si giocano e piu' la struttura lavora, meglio cosi' per tutti! Una delle 2 pretendenti alla semifinale, e' la formazione de “I 40 ladroni”, il che e' tutto un dire, mentre  la vittima sacrificale sembrano essere in questo caso i ragazzi di Mister Antonio Rota, in pratica la formazione juniores del Senigallia Calcio, con qualche defezione di non poco conto. Quindi risultato gia' segnato, se non si tenesse conto del fattore V o J se preferite. Mi riferisco  a Jacopo Viali, (foto allegata) uno che quando c'e' da lottare, diventa come il Gladiatore, una furia incredibile, a volte anche con interventi anche al limite della regolarita', ma la sua (quando non gli si chiude la vena), vi assicuro e' sano e puro agonismo contagioso anche per I compagni di avventura.

Detto cio', siccome lo conosco da almeno 7 anni, Jacopo e' un difensore atipico, nel senso che varie volte in una partita, diventa un attaccante aggiunto e lo ho visto segnare gol di spalla, di caviglia, di ginocchio, di petto, insomma penso un po'  come Inzaghi, se dovesse tirare un rigore, magari inciampa sul pallone, ma vi assicuro, che 3-4 giocatori in squadra come Jacopo, farebbero la fortuna di ogni allenatore, non solo nella juniores, o nella 3' categoria (dove ha giocato quest'anno) ma sono pronto a scommettere anche in categorie come la promozione, lui magari con una piallatina ai piedi, sarebbe perfetto! Lui arriva, dopo il lavoro svolto presso l'Azienda del padre Massimo, (discreta ala sinistra di qualche chilo fa), quando gli altri giocatori hanno gia' completato, riscaldamento, streching e traning autogeno (ma lui e' sempre caldo coi muscoli sempre in tensione e puo' saltare queste 3 fasi).

Finalmente dopo questa celebrazione che puo sembrare una marchetta (ma vi assicuro non lo e') arriviamo al fischio d'inizio, con  gli avversari, che mi hanno riferito, hanno vinto gli ultimi 3 tornei estivi svoltisi alla Cesanella. Arbitro della serata e' il mitico Cuffai, che al solito dirige con autorita' e con precisione non disdegnando qualche finezza di categoria superiore.

Gli avversari con nomi abbastanza noti come Putignano, Mancini, Ricordi, Mariotti, Genovali, Canonici, Esposto, solo per  citarne alcuni, partono di gran carriera, ma i ragazzi di Rota, non sembrano subire il logico gap di esperienza, ribattendo colpo su colpo. La partita e' bella e vibrante e stenta a sbloccarsi in quanto il Senigallia Calcio ha meno occasioni per andare al tiro e dall'altra parte c'e' “Saracinescu” Angeloni che non ne vuole sapere di raccogliere il pallone dalla sua rete. In tutto l'incontro, abbiamo contato almeno 15 parate di Gianluca, per lui ordinaria amministrazione, per noi almeno 4-5 di ottima fatturae solo l'exploit del centravanti atipico Viali gli toglie la scena. La partita (30 minuti per tempo), si sblocca intorno al 20' minuto quando da una palla gestita male dalla difesa dei 40 Ladroni, giunge dalle parti del portiere Putignano, sul quale si avventa come un falco Viali. Dal contrasto che segue, la palla scivola lentamente in rete alimentando le speranze dei ragazzi di Rota per un quarto di finale con sorpresa! Ah dimenticavo, il grande centrale Jascopo Viali, oggi per necessita', indossa le vesti di guastatore schierato da centravanti vecchia maniera, piu' per disturbare l'inizio della manovra degli avversari che per dare luce a vere e proprie azioni offensive.

Primo tempo, che si chiude col Senigallia Calcio, in vantaggio per 1 a 0. Rota effettua una serie di cambi, (rotazioni appunto!) con lo scopo di fare giocare tutti i giocatori presenti e ridare fiato ai “titolari”. Ieri sera, in verita' i ragazzi ci han dato talmente dentro, che sarebbe stato difficile per chiunque,e chi fossero i titolari e chi le riserve! Dopo una decina di minuti, su un lancio, proveniente dalla difesa, la palla giunge alta appena dentro l'area. Viali e' marcato stretto e Putignano esce nella convizione di respingere il pallone. ma Jacopo, effettua uno stacco perentorio e sfiora il pallone di quel tanto che basta per superare il difensore ed il portiere e depositare la palla in rete fra il tripudio dei ragazzi del Senigallia Calcio, per un risultato che pur inaspettato, sembra prendere sempre piu' consistenza. Ma non e' ancora finito lo show di Jacopo, tant'e' che da un lancio al bacio di Terrone, lui stoppa la palla e dal vertice destro dell'area, lascia partire un sinistro incredibile col pallone che si infila nell'angolo piu' lontano con Putignano che nulla puo' nenche stavolta. E' l'apoteosi per un ragazzo che pur essendo difensore, arriva in questo torneo alla bellezza di 12 goal! Gli avversari rimangono sbigottiti ma non si perdono d'animo tant'e' che in 10 minuti realizzano 2 reti che riaprono la partita. Hanno anche un altro paio di occasioni nelle quali potrebbero raggiungere un incredibile pareggio ma poi un loro giocatore (avendo invitato l'arbitro Cuffai ad andare a Tirana) si merita un bel rosso lasciando la sua squadra in 7.

Ma I 40 ladroni continuano ad attaccare anche con Putignano oramai parcheggiato sulla linea di controcampo. Da un rilancio della difesa pero', la palla giunge a centrocampo a Richy Rossi Magi che col suo piedone 47 xxl, inventa un diabolico pallonetto che fissa l'incontro sul 4 a 2 per il Senigallia Calcio. Una partita spettacolare, con un finale a sorpresa, un Senigallia Calcio chirurgico che ha saputo capitalizzare le minori occasioni da rete avute rispetto agli avversari. Complimenti al Mister Antonio Rota che abbiamo sentito lamentarsi solo al 57' (credo sia un vero record) ma con arbitri come Cuffai in campo e' difficile lamentarsi, il problema e' che ce ne sono troppi in circolazione senza un minimo di esperienza! Complimenti anche agli avversari, che al termine si sono congratulati con i ragazzi del Presidente Gasparini Paolo. La partita seguente ha visto il successo a sorpresa della Capanna che Martedi prossimo incontrera' il Senigallia Calcio per determinare la seconda finalista che andra' ad aggiungersi alla formazione degli “Ignoti” che si e' gia' guadagnata l'accesso alla finale battendo la 2 Erre Edil. La finale probabilmente si svolgera' nell'ambito della festa di San Giuseppe Liberatore che si svolgera' presso tale Centro Sportivo nei giorni che vanno dal 25 al 28 Giugno prossimi.

Considerando che Jacopo Viali, non potendo portarsi via il pallone, pur avendo fatto 3 goal, (altrimenti con Don Mario non sarebbe bastata neanche una confessione), mi sono permesso di offrirgli come premio partita una semplice Coca Cola, come e' semplice e genuino questo bravissimo ragazzo, sia in campo che fuori!





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-06-2015 alle 17:26 sul giornale del 22 giugno 2015 - 663 letture

In questo articolo si parla di sport, giancarlo rossi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akXw