Serra de' Conti: amministrazione sulla riqualificazione dell'Ex-monastero di San Carlo, 'Proposta interessante'

19/06/2015 - La proposta di recupero e riqualificazione del complesso monastico di San Carlo, resa pubblica qualche giorno fa da Italia Nostra, sezione di Senigallia, si colloca pienamente nell'ambito degli indirizzi dell'Amministrazione comunale che, in questi ultimi anni, ha riunito per due volte i privati in occasione dei lavori che si stavano facendo negli immobili suddetti, sollecitando interventi di sistemazione delle facciate, facendosi parte diligente nella richiesta di preventivi e impegnandosi a finanziare, naturalmente, quelli di pertinenza, secondo le quote di proprietà comunale

Purtroppo, le due occasioni non hanno prodotto risultati per l’impossibilità di andare incontro a tutte le esigenze dei vari proprietari dello stabile.

Come evidenziato nella nota dell'associazione, all'inizio del secolo scorso l'edificio monastico è stato privatizzato a fini residenziali, infatti si contano oggi oltre 20 proprietari, alcuni dei quali non più residenti a Serra de' Conti o, addirittura, residenti all'estero. In occasione degli incontri citati, cui hanno partecipato anche professionisti del settore, è emersa con chiarezza l'esigenza di "costituirsi in condominio" quale strumento per un'azione complessiva e di più ampio respiro e per avere un soggetto unitario per programmare le scelte d'intervento e raccogliere i fondi necessari.

Cogliamo quindi l'occasione di questa interessante proposta, per rilanciare l'idea di costituirsi in condominio, condizione essenziale per realizzare programmi ed interventi non isolati o lasciati alla buona volontà dei singoli. Anzi, per favorire questo percorso, oltre alle quote di propria spettanza, il Comune è disponibile a partecipare concretamente alle spese necessarie (lavoro di un professionista, calcolo delle quote millesimali, ecc.), in modo da stimolare tutti i proprietari con un impegno concreto e tangibile.

Quanto ad un progetto di recupero, con specifico riferimento alla parte storica, siamo fiduciosi che lo stesso Prof. Villani, dinamico Presidente di Italia Nostra, nonché storico di sperimentata competenza, sia disponibile a mettere a disposizione dei proprietari del complesso e dei suoi concittadini , senza particolari oneri, la propria esperienza sul piano progettuale e per l’individuazione di eventuali fondi comunitari disponibili per questo tipo di interventi.

Si ricorda comunque  che  il Comune di Serra de’ Conti  è sempre stato particolarmente sensibile a portare avanti progetti di ristrutturazione e partecipazione a bandi, compatibilmente alle esigenze di bilancio.
Esempi sono la ristrutturazione e trasformazione delle ex scuole in Poliambulatorio e Biblioteca, la ristrutturazione della ex casa Marconi per utilizzo, come accessorio, del vicino Museo delle Arti Monastiche e come Ufficio Turistico, inizio di ristrutturazione delle Antiche Fonti, ecc..





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2015 alle 16:00 sul giornale del 20 giugno 2015 - 460 letture

In questo articolo si parla di politica, serra de' conti, Comune di Serra de' Conti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akVk





logoEV