Paradisi e Rebecchini: 'Cpl Concordia, avevamo ragione noi'

roberto paradisi e luigi rebecchini 19/06/2015 - Il dirigente Gianni Roccato, con atto dovuto, sottolineiamo “dovuto”, ha revocato con determina datata 08/06/2015 il procedimento attivato per la stipula del contratto relativo alla gestione, conduzione e manutenzione degli impianti di illuminazione pubblica.

Come si evince dalla stessa determina, la revoca è dettata dal fatto che la Prefettura di Modena, come avevamo già comunicato ai cittadini negli ultimi giorni della campagna elettorale, ha emesso in data 24/04/2015 un provvedimento che esclude dalle “white list” la Cpl Concordia. In campagna elettorale avevamo in ogni quartiere, in ogni piazza, io ogni assemblea denunciato quanto stava avvenendo e aggiungevamo che era del tutto inopportuno continuare sulla strada intrapresa l’anno scorso con l’approvazione del project financing, presentato dalla Cpl, da parte della maggioranza a cui si era aggiunto già allora il consigliere Rimini.

Lo avevamo detto già nel consiglio comunale del 30 luglio 2014 – e con noi Paolo Battisti - che sarebbe stato necessario e doveroso “congelare” quella proposta di progetto pervenuta, alla luce di quanto la stampa nazionale stava denunciando. Il Sindaco e l’assessore Memè sono diventati invece i paladini a difesa di quel progetto portandolo in consiglio e facendolo votare ciecamente dalla maggioranza. Dopodichè hanno avuto l’ardire di difenderlo fino alla fine, persino negli ultimi giorni di campagna elettorale quando si era diffusa sia la notizia del provvedimento della Prefettura emiliana sia la notizia dell’assunzione nel 2013 in Cpl Concordia del figlio dell’ing. Roccato (dirigente incaricato da Mangialardi di seguire gli appalti della cooperativa).

Oggi, dopo le elezioni, Mangialardi e la propria maggioranza prendono atto di essersi infilati in un vicolo cieco e assai pericoloso, sebbene avvisati molto per tempo. Una domanda (che dovrà trovare risposta): cosa intende fare ora l’Amministrazione in relazione all’appalto già in essere sul calore negli edifici pubblici gestito già da Cpl Concordia.


da Roberto Paradisi e Luigi Rebecchini
Unione Civica




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2015 alle 17:19 sul giornale del 20 giugno 2015 - 1117 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, luigi rebecchini, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akVF


Un po' di mafia in meno a Senigallia.
Su ordine del prefetto di Modena, perché se era per noi...

Angelo Diamantini

20 giugno, 17:29
Paradisi è una vera spina nel fianco di questa amministrazione.
Bravo Roberto, avanti così!