Città Futura dopo il voto: 'Avanti con le nostre battaglie'

logo 2015 la città futura senigallia 12/06/2015 - In una società democratica le elezioni sono lo snodo più importante, non c’è dubbio, sono il momento in cui una forza politica misura il suo consenso e la sua credibilità, sono l’esame al lavoro fatto e alle idee messe in campo.

La coalizione a sostegno del Sindaco Mangialardi, di cui fa parte La Città Futura, ha avuto un risultato buono, migliore di 5 anni fa, e questo nonostante siano stati anni davvero difficili da governare. Nonostante non abbia raggiunto il risultato, anche la candidatura alle regionali di Simone Ceresoni con Altre Marche – Sinistra Unita, per la quale La Città Futura ha lavorato con grande compattezza, è stata un successo, quasi l’8% nel nostro comune, che ci apre nuove prospettive tutte da valutare. La Città Futura invece ha avuto un calo percentuale, seppure molto piccolo. Potremmo considerare il risultato elettorale come una conferma, e sostanzialmente lo è.

Di fatto però, complice la riduzione del numero totale dei consiglieri da 30 a 24, saremo presenti in Consiglio Comunale con un solo consigliere, dei due che ne avevamo (tre in realtà, ma uno era stato acquisito in corsa). Non è stato un risultato entusiasmante, inutile nascondere che speravamo meglio e che pensavamo di meritare un riconoscimento maggiore, in termini elettorali, alla qualità del lavoro svolto dai nostri consiglieri e assessori nella passata amministrazione. Ovvio che per noi sarà più difficile, però il giudizio dei cittadini non si discute, mai, si accetta e basta, cercheremo di fare il meglio possibile con la forza che ci hanno dato e della quale li ringraziamo. Tuttavia i voti non sono tutto, né l’azione amministrativa esaurisce la politica, La Città Futura in questi anni ha dimostrato di essere la sinistra possibile, in campo politico, sociale e culturale, anche oltre la Giunta e il Consiglio Comunale, prendendo posizione su temi, promuovendo partecipazione, dibattito e approfondimento: col giornale, con le feste, con incontri e manifestazioni.

Continueremo su questa strada, perché siamo una forza di sinistra, non un semplice cartello elettorale. Confortati da nuove e giovani energie ci sentiamo all’inizio di un nuovo percorso, che comporterà un rinnovamento organizzativo interno e un rilancio della nostra presenza nella città e nel suo governo. Ci impegneremo, e vigileremo, innanzitutto affinché il programma con cui Maurizio Mangialardi è stato eletto e al quale abbiamo dato un notevole e qualificato contributo, venga realizzato. Daremo il massimo supporto possibile al nostro unico consigliere, in modo che renda per tre. Continueremo a sforzarci di capire, senza pregiudizi, quanto si sta muovendo nella società, per cercare prima di ogni altra cosa di contrastare la pericolosa deriva razzista e individualista e poi per cercare di far progredire e concretizzare le idee di giustizia sociale, di sostenibilità ambientale, di tutela del territorio, del mare, del paesaggio e dei beni architettonici, di equità e solidarietà, di laicità e di progresso nei diritti civili e individuali.

Intanto siamo già al lavoro per programmare l’ormai tradizionale “Città Futura in Festa” di fine estate e, in collaborazione con Legambiente, per organizzare, sabato 20 giugno qui a Senigallia, “AZIONE COMUNE NO OIL – stop sea drilling”, manifestazione in simultanea sulle coste del Mar Adriatico. Ce n’è di lavoro da fare e c’è spazio per tutte le persone di buona volontà.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-06-2015 alle 23:07 sul giornale del 13 giugno 2015 - 473 letture

In questo articolo si parla di politica, La Città Futura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akFg


Luigi Alberto Weiss

13 giugno, 09:06
Ma voi state con il PD del sindaco pro tempore e contro il PD del presidente regionale?

asterix

13 giugno, 11:52
Franza o Spagna purché se magna.




logoEV