Sabato riapre ponte Perilli. Mangialardi: "Intervento importante per la sicurezza dei cittadini"

ponte perilli 11/06/2015 - Concluse positivamente questa mattina le prove di carico, ponte Perilli sarà nuovamente aperto alla circolazione da sabato mattina alle ore 9.

I lavori hanno riguardato il consolidamento e il risanamento conservativo della struttura del ponte, resisi necessari a seguito delle verifiche tecniche eseguite lo scorso settembre che, pur non facendo riscontrare problemi di cedimento delle pile e delle spalle, hanno evidenziato un degrado avanzato delle travi portanti, aggravatosi sensibilmente in occasione della piena del fiume il 3 maggio del 2014.

L'intervento ha interessato tutte le travi della struttura, le quali sono state in parte sostituite e in parte consolidate, e ha permesso la realizzazione di un camminamento pedonale protetto per tutta la lunghezza del ponte che consentirà il transito sicuro di pedoni e biciclette in una zona particolarmente trafficata.

"Siamo consapevoli dei disagi causati dal cantiere in questi mesi - afferma il sindaco Maurizio Mangialardi - ma abbiamo operato mettendo in campo tutte le soluzioni possibili per mitigarne gli effetti. Siamo soddisfatti perché la priorità era quella di tutelare la sicurezza dei cittadini, un obiettivo che in questi casi ogni amministrazione seria e responsabile non può che mettere al primo posto".

"Abbiamo cercato di salvaguardare in ogni modo possibile le attività economiche penalizzate dall'interruzione del traffico sulla statale Adriatica - continua Mangialardi - facendo partire il cantiere subito dopo le festività natalizie, al fine di non pregiudicare il periodo economico più propizio dell'anno. Abbiamo fatto fronte ai disagi provocati al sistema viario cittadino con l'apertura di un nuovo raccordo sulla Complanare, opera che conferma tutta la sua importanza, agevolando così il flusso dei veicoli".

"Per tutta la durata del cantiere - spiega il sindaco - mi sono tenuto in contatto quotidiano con l'impresa esecutrice, adoperandomi per garantire tutte le misure necessarie affinché l'opera si concludesse nel rispetto del crono programma. Di certo il maltempo non ci ha aiutato, con ben tre piene del fiume - il 6 febbraio, il 5 marzo e l'ultima del 22 maggio - che hanno inevitabilmente rallentato i lavori. Nonostante ciò siamo riusciti a riaprire il sottopasso di via Perilli, indispensabile collegamento tra il lungomare Marconi e il centro storico, nei tempi previsti e sabato ristabiliremo definitivamente la circolazione ordinaria. Nei prossimi giorni, poi, la ditta provvederà al completamento delle finiture".







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2015 alle 15:20 sul giornale del 12 giugno 2015 - 2389 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akAD


Penso che sarebbe utile, posizionare uno specchio parabolico all'inizio del nuovo marciapiede lungo l'argine per dar modo sia ai pedoni, ciclisti che scendono dal ponte e sia agli automobilisti che provengono dal mare, a prescindere dal segnale di stop ivi presente,di controllarsi a vicenda. Prevenire è meglio che incidentare.

N.H.m.u.

11 giugno, 21:32
Voi di v.s. è più di un mese ( http://www.viveresenigallia.it/index.php?page=articolo&articolo_id=531476 ) che annunciate-strombazzate l'apertura, vedremo; intanto RI-segnalo che l'intervento NON è avvenuto sulla parte dei piloni sommersi, buona fortuna agli automobilisti in transito! s610

@N.H.m.u.
Non sono stato presente, quindi mi fido della tua valutazione.
Pero' mi risultava che il cedimento in corso fosse relativo alle travi del ponte, che infatti sono state sostituite, anziche' sulla condizione statica dei pilastri.
Da quel poco che ho potuto vedere coi miei occhi i pilastri sono stati solo scarpiti, sabbiati e ripristinati.
Hai per caso altre informazioni per dire quello che hai scritto qui sopra?
Saluti.

N.H.m.u.

13 giugno, 14:47
Commento sconsigliato, leggilo comunque

NO, provo a chiedere per sapere.
Su quel ponte ci passano anche i miei genitori, mia sorella, i miei zii, i miei amici....
Se hai informazioni trasmettile per favore, se sono solo sensazioni e allusioni invece piantala di farmi spaventare.

N.H.m.u.

14 giugno, 10:32
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Egregio Sole,
allo stato attuale la complanare, tratto sud, è in fase di completamento.

Nel senso che stanno ammassando terra per il terrapieno sul quale dovrà sorgere la carreggiata.

Si tratta, dunque, di un ritardo piuttosto consistente sui termini relativi al completamento della complanare.

Se tutto fosse andato come previsto è logico presumere il ponte fosse allargato, ristrutturato, ammodernato dopo l'apertura della complanare.

Cosi non è stato a causa di ritardi cronici nei lavori pubblici italiani.

Ovviamente sarebbe stato il caso di prevedere quello che sarebbe successo, cosa che non è stata fatta.

Sui piloni sommersi non mi esprimo, non avendo visto le condizioni, se compromesse o meno, gli allarmismi possono farsi con cognitio causa, non a occhio.

Ci vorrebbe un ingegnere civile per determinare, più o meno correttamente, lo stato di usura, affaticamento, corrosione e altro delle parti sommerse.

Intanto è stata allargata la strada con spazio aggiuntivo per i pedoni, e male non è, data la vicinanza del centro storico e della stazione fs.

Commento modificato il 18 giugno 2015

Buonasera Dicis.
Grazie per queste informazioni, ma non credo fossero indirizzate a me. O almeno non soprattutto a me.




logoEV