Fiorini Packaging: 'Proclamato lo stato di agitazione e blocco immediato degli straordinari'

09/06/2015 - Le Segreterie di SLC CGIL e FISTEL CISL e le relative RSU della Fiorini Packaging, a fronte della dichiarazione di disdetta unilaterale del contratto integrativo e di tutti gli accordi sindacali aziendali, ed con il mandato ricevuto dalle assemblee dei lavoratori degli stabilimenti di Senigallia e di Trecastelli, proclamano lo stato di agitazione, con il blocco immediato di ogni forma di prestazione straordinaria.

Le OO.SS. chiedono, pertanto, alla Direzione aziendale della Fiorini Packaging di riconsiderare la sua posizione riaprendo il tavolo di confronto. Qualora l'azienda non intendesse, in alcun modo, di recedere a tale scelta unilaterale, preannunciamo, sin d'ora, ulteriori iniziative, compreso lo sciopero nei prossimi mesi (le cui modalità ed entità verranno concordate con i lavoratori), e non escludendo il ricorso a vertenze legali a tutela dei diritti e del salario dei lavoratori.

Le OO.SS., contestualmente, si attiveranno con le Istituzioni locali per rappresentare la forte preoccupazione delle maestranze sul stato di criticità in cui si trova l'azienda , che potrebbero comportare nel prossimo futuro ripercussioni anche sotto l'aspetto della tenuta occupazionale.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2015 alle 17:48 sul giornale del 10 giugno 2015 - 2752 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacati, cgil cisl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aku3


angelo pagliarani

10 giugno, 15:12
per favore, andiamoci piano, non mandiamo all'aria anche una delle ultime aziende che danno lavoro sul territorio!




logoEV