Montemarciano: ristrutturare risparmiando, al via il progetto Costo Zero

03/06/2015 - Al via il Progetto Costo Zero per le ristrutturazioni edilizie ed il risparmio energetico. A Montemarciano, grazie al progetto in rete avviato da Cna Unione Costruzioni Impianti, Comune e Banca Suasa, le agevolazioni aumentano.

“Nel nostro programma elettorale avevamo messo tra i punti principali la riqualificazione del territorio (tanto che stiamo lavorando sul tema di recupero del centro storico) – sottolinea il sindaco Liana Serrani- così, quando ci è stata proposta questa ottima iniziativa che unisce una buona idea, una concreta soluzione finanziaria che permette ai cittadini di risparmiare sulle ristrutturazioni ed un’associazione di categoria che riesce a far lavorare le imprese del territorio, non potevamo non dare il nostro patrocinio”.

Il Progetto, messo a rete da Cna Unione Costruzioni Impianti, Comune e Banca Suasa, “grazie alle nuove agevolazioni fiscali- spiega Giuseppe Maddaloni, responsabile del progetto per la Cna Provinciale di Ancona- permette di ottenere un rimborso del 65% delle spese riguardanti la riqualificazione energetica degli edifici e dà diritto anche al 50% di detrazione Irpef sia sulle spese di ristrutturazione, sia sull’acquisto di mobili ed elettrodomestici almeno di classe A+, e prevede un ulteriore sconto del 10% che le imprese Cna che aderiscono al Progetto effettueranno sui lavori da eseguire”. Non solo.

Banca Suasa, che “opera da diversi anni a Montemarciano cercando di essere partecipe e vicina alle istituzioni per arrivare a soluzioni utili ai cittadini,- osserva il presidente Maurizio Minucci - avendo riscontrato da parte del sindaco l’esigenza di sostegno in questo progetto, si è messa a disposizione del territorio e dei cittadini”.

L’Istituto di credito infatti offre finanziamenti agevolati fino a 50.000 euro a tasso fisso (3,25%) con durata massima di 7 anni. E s’impegna a rispondere agli utenti interessati entro 15 giorni. Infine l’amministrazione dalla sua metterà delle agevolazioni sui diritti di segreteria e sulla Cosap per i cittadini.

“Quando tutto questo viene messo in rete il risultato è sicuramente positivo-conclude il sindaco- Positività che va in due direzioni: verso il cittadino e verso le imprese. Se aiutiamo le imprese aiutiamo anche le famiglie e diamo vita ad un sistema per lo sviluppo economico del territorio”.







Questo è un articolo pubblicato il 03-06-2015 alle 13:36 sul giornale del 04 giugno 2015 - 469 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akgw





logoEV