Rugby: 1° RugbydiMaggio, il rugby è si sacrificio e lotta ma prima di tutto è divertimento

26/05/2015 - Sabato 23 si è svolta il primo RugbydiMaggio con la partecipazione di tutti gli atleti e i simpatizzanti del Rugby senigalliese. La notte è passata in grande apprensione per il maltempo, ma alle 10:39 confermiamo l’evento su Facebook.

Lasciare passare la notte era doveroso viste le abbondanti piogge. Il campo è allagato per un quarto ma poco male, decidiamo di giocare su di un rettangolo ridotto delimitato dai conetti. I ragazzi si rilassano un po’ pescando. Ma c’è poco da rilassarsi e molto da fare. In un batter d’occhio montiamo alcuni gazebo che risulteranno utilissimi per pubblico e atleti. In uno dei gazebo allestiamo l’area cibo e bevande. All’inizio il tempo è buono ed arriva un nutrito numero di persone. L’evento ha regolare inizio alle 15 con i nostri bambini del mini rugby e l’allenatore Daniele Api detto Frillo.

La giornata prosegue con un triangolare tra le squadre U16/U18 del Sena, Falconara e Fano. Nel frattempo è iniziata una pioggia leggera ma insistente che ci accompagnerà fino alla fine. Poco male per gli atleti ma peccato per il pubblico; sugli spalti e sotto gli ombrelli rimangono solo i migliori! Alla fine sul campo la spuntano i ragazzi del Falconara. L’assessore allo sport Campanile e il presidente del Sena rugby Walter De Felici premiano le squadre con una targa ricordo. Malgrado la pioggia l’atmosfera è rovente perché si prepara l’evento clue, l’incontro femminile tra la squadra del Supermarine (Swindon – Regno Unito) e le ragazze del Titans Urbino. Le inglesi sono sul campo già da alcune ore e stanno intrattenendo il pubblico con un po’ di goliardia, per nulla impressionate dalla pioggia. L’amore del Sena rugby per questo club di oltre Manica è iniziato già nel Maggio 2010 quando in un’altra giornata piuttosto umida i nostri senior giocarono un intenso test match contro la squadra maschile dei Supermarine, il primo incontro di rugby giocato a Senigallia, sul campo che oggi è diventato il campetto da allenamento.

Un particolare applauso alle bravissime ragazze dei Titans di Urbino. Sono poche, giovanissime, con molti kg ed esperienza in meno delle inglesi. Forse hanno paura ma non manca loro il coraggio. Rugbiste con la R maiuscola! Le inglesi prestano un po’ di giocatrici alle Urbinate per giocare a numeri pari. Non c’è più goliardia … o quasi … e in campo la battaglia è vera. Finisce tre mete a due per le inglesi ma hanno vinto tutte in realtà. Si procede alla premiazione delle ragazze. In campo l’evento si conclude con un tuffo liberatorio nel vasto laghetto a bordo campo, con una partita tra i senior del Sena rugby e la rituale foto di gruppo. Si va la terzo tempo … il terzo tempo appunto! Con le rugbiste inglesi, che nel frattempo si sono travestite da tartarughe ninja, il terzo tempo non finisce più e va avanti ad oltranza, dapprima alla club house, poi lungomare e poi ancora il giorno dopo da mattina a sera!!! Sono simpatiche e coloratissime. Il rugby dopotutto è si sacrificio e lotta ma prima di tutto è divertimento! Siamo sfiniti ma felici, quando le salutiamo in partenza verso l’aeroporto di Falconara ci scende una lacrimuccia ma tiriamo anche un sospiro di sollievo! Ora tocca a noi andare da loro!!!







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-05-2015 alle 15:51 sul giornale del 27 maggio 2015 - 389 letture

In questo articolo si parla di sport

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajXQ