Obiettivo Comune: politiche sociali e welfare

obiettivo comune 25/05/2015 - Il volontariato, che è una risorsa vitale per una città, deve promuovere l’incontro tra persone, raggiungere ed aiutare coloro che sono in difficoltà. Si vuole proporre la creazione di un organismo senza scopo di lucro, che raggruppi le varie associazioni del territorio, per un volontariato senza confini e più vicino ai singoli.

Un volontariato aperto, rivolto ai giovani con il compito di creare e gestire un “Centro Giovanile” ludico e creativo dove farli avvicinare al volontariato, in cui ognuno possa mettersi in gioco ed essere libero di esprimersi. La persona si cura col sociale e le scuole devono essere il punto di partenza dell’insegnamento della cultura del volontariato che non deve essere vissuto come un obbligo-dovere del cittadino ma come un dono da dare a chi in quel momento ha più bisogno di noi senza aspettarsi ricompense materiali ma soddisfazioni emotive

Le proposte della lista civica OBIETTIVO COMUNE sono le seguenti:
-confermare i servizi attualmente in essere con aggiornamento e miglior utilizzo delle risorse in base ai nuovi inserimenti
- possibilità di scelta tra assistenza diretta e indiretta come il Caregiver Familiare (persona che si occupa in maniera continuativa di un familiare di un parente, partner o amico che è malato, fragile, disabile o ha problemi di salute mentale) al fine di non istituzionalizzare l’handicap.
- valutare la possibilità un centro diurno per disabili gravi (molte famiglie ne sentono la necessità)
- un maggiore impegno perché la città possa essere vivibile ed accessibile a tutti, tramite un attento abbattimento delle barriere architettoniche (con il coinvolgimento di genitori e volontari)
- parcheggi “riservati” ai disabili gravi in carrozzina e controllati da telecamere
- accesso facilitato ai turisti disabili nelle ZTL : posizionare un contatto telefonico sul cartello indicante la zona a traffico limitato che permetta l’accesso immediato
- apertura di un Osservatorio sulla disabilità con un comitato genitori all’interno delle istituzioni e delle cooperative che erogano i servizi affinchè le famiglie possano entrare in gioco assumendosi responsabilità di scelta anche dal punto di vista progettuale quando il disabile non è in grado di farlo autonomamente
- sollecitare il provveditorato e i servizi socio sanitari a fare il proprio dovere rispetto alle leggi, contribuendo per le loro competenze, affinchè i diritti dei disabili non vengano meno e recuperando in questo modo risorse economiche da destinare altrimenti.


da Lista civica Obiettivo Comune
Mangialardi Sindaco




Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 25-05-2015 alle 10:11 sul giornale del 26 maggio 2015 - 559 letture

In questo articolo si parla di politica, spazio elettorale autogestito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajTL


Bel programma:

1. "Confermare" non è necessario specificarlo.

2. La "ZTL" l'ha creata il sindaco che supportate, si può togliere in 10 minuti.

3. I parcheggi riservati esistono già, basta applicare il cds: 2 punti della patente in meno e rimozione del veicolo per chi non ne ha diritto.

Questo programma è piuttosto raffazzonato, anche fosse fatto dall'opposizione (ovvero da una lista che non supporta l'amministrazione uscente).

Ma forse avete soltanto delle persone non molto in gamba che scrivono i testi....

p.s.:

Ho dato una letta agli articoli:

"comune di senigallia" (quindi mangialardi)

"maurizio mangialardi"

"partito democratico" (quindi mangialardi)

"lista civica obiettivo comune" (quindi mangialardi)

Ma le accuse di demagogia sono rivolte agli avversari politici, ovviamente.

Un po' meno ipocrisia, nei comunicati stampa?




logoEV