Laboratoriamo: serata ricca di spunti di riflessione all’oratorio di Cesanella con i candidati sindaco

candidati sindaco senigallia (tranne battisti) 23/05/2015 - I sei candidati (Battisti ha dovuto rinunciare per gravi motivi famigliari) si sono presentati ai numerosi cittadini pre senti, raccontandosi e presentando, in tempi ristrettissimi (90 secondi per ogni risposta) cosa pensano e propongono su alcuni temi cardine della nostra vita cittadina: si è parlato di turismo, di sanità, di urbanistica ma anche di sociale e di disagio, in particolare giovanile.

Inevitabilmente si è toccato il tema della sicurezza della città rispetto al fiume Misa, senza alcun intento di rievocare il passato doloroso ma come invito a stabilire le priorità della prossima amministrazione su questo aspetto basilare.

Alla serata hanno partecipato anche i giornalisti delle testate locali, ponendo ciascuno una domanda ad un candidato. L’intento dell’Associazione era quello di creare un’occasione di confronto tra i candidati ma anche di offrire alla città una ser ata “full immersion” nella politica cittadina, per affrontare con maggior consapevolezza le ormai prossime elezioni.

Pensiamo di esserci riusciti: per questo ringraziamo di nuovo i candidati che hanno accolto l’invito, Fabio Girolimetti che ha tirato le fi la dell’incontro, i giornalisti che hanno collaborato e tutte le persone – ed era no veramente tante – che hanno condiviso con noi la serata.


da Laboratoriamo
associazione Cesanella




Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 23-05-2015 alle 18:51 sul giornale del 25 maggio 2015 - 400 letture

In questo articolo si parla di cesanella, politica, Laboratoriamo, spazio elettorale autogestito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajRa


FB

24 maggio, 10:41
Tutto bello e giusto, bravi! Ma una considerazione generale: chi ha già amministrato e anche chi ha avuto comunque ruoli istituzionali, non può solo presentarsi come virgineo sciorinando facili soluzioni ai problemi della città, chissà perchè non attuate quando poteva. Questi dovrebbero anche render conto agli elettori di quello fatto e soprattutto non fatto.
Escluso il solito esponente del partito che governa Senigallia da ere storiche, personalmente dei sei sindaci in corsa, alcuni più o altri decisamente meno "nuovi", guardo con simpatia all'unica candidata donna.