Mangialardi: Senigallia è una città europea all’insegna del turismo e della cultura

maurizio mangialardi 22/05/2015 - Il profilo internazionale che Senigallia ha raggiunto negli ultimi anni è sotto gli occhi di tutti. I suoi più famosi grandi eventi, dal Caterraduno al Summer Jamboree, la qualità della sua ospitalità, delle sue strutture ricettive, della sua ristorazione, la programmazione di mostre e manifestazioni culturali di altissimo livello per attrarre presenze durante tutto l’anno, hanno coronato, dati alla mano, il sogno di città leader del turismo nelle Marche e una delle mete più ambite del versante Adriatico. Siamo soddisfatti, ma non appagati.

Nei prossimi cinque anni ci sarà bisogno di continuità, ma anche di innovazione per consolidare e far crescere ancora le presenze nei vari segmenti turistici. C’è bisogno, in particolare, di investire sempre di più nella dimensione europea di Senigallia, intercettando le opportunità che oggi permettono a una città come la nostra di mettersi in rete con le migliori esperienze continentali e di sperimentare nuove progettualità.

Tutto ciò è già una concreta realtà, che Senigallia sta già vivendo da tempo. Si pensi al progetto “Terra del Duca”, dove il nostro Comune è capofila di un ampio partenariato interregionale che ha realizzato un itinerario stradale rivolto ai cicloturisti attraverso i più bei luoghi del Rinascimento italiano con relativa mappatura dei percorsi su supporto elettronico. Un progetto che ha destato grande interesse mediatico in Germania, grazie a iniziative promozionali legate anche a lanciare i nuovi collegamenti arerei Dusseldorf-Ancona, e che sarà prossimamente oggetto di un documentario prodotto e messo in onda da Sky.

Si pensi anche all’ambizioso progetto del Museo Urbano di Scultura dell’Adriatico per creare un percorso artistico con le opere dei grandi scultori senigalliesi nei luoghi più suggestivi di Senigallia: un’idea realizzata nell’ambito delle strategie di sviluppo della Macroregione Adriatica Ionica che non ha eguali in quest’area dalle forti aspettative di crescita e sviluppo, soprattutto in ambito turistico. Si pensi, infine, al concetto cardine di Senigallia “Città della Fotografia”, che ha già prodotto eventi di raro spessore culturale come le mostre di Ara Guler e Leo Matiz, e che sarà coronato nella prossima primavera da un’importante mostra dedicata a Mario Giacomelli nel Comune gemellato di Sens, nell’area metropolitana di Parigi.

Rafforzare sempre più l’identità di città europea nel solco tracciato dalle iniziative già in campo, facendo leva sulle competenze amministrative che hanno segnato il buon governo di questi cinque anni. Questo è uno dei nostri principali obiettivi per continuare a far crescere la nostra Senigallia, la città di tutti.


da Maurizio Mangialardi
candidato Sindaco di Senigallia




Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 22-05-2015 alle 10:24 sul giornale del 23 maggio 2015 - 606 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi, politica, Amministrative 2015, spazio elettorale autogestito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajMo


Luigi Alberto Weiss

24 maggio, 10:22
Il grande Museo dedicato a tutta l'opera di Mario Giacomelli?