Maltempo, Mangialardi a Paradisi: “Giochi con la paura dei cittadini”

maurizio mangialardi 22/05/2015 - Le parole pronunciate nelle ultime ore dal candidato Roberto Paradisi rasentano un cinismo fuori dall’ordinario.

Mentre gli operatori della Polizia municipale e della Protezione civile stanno cercando di gestire al meglio un’allerta meteo regionale importante, che prebede piogge di 100 mm e richiede impegno e attenzione da parte di tutti, Paradisi non trova di meglio da fare, pur di attaccare l’Amministrazione comunale per esclusivo tornaconto elettorale, che seminare paura tra la popolazione.

Mi dispiace, a questi giochetti che offendono le istituzioni, il ruolo che sono chiamato a ricoprire e, soprattutto, le tante persone che insieme a me stanno lavorando in questo momento e che lavoreranno tutta la notte, dico di no. Da questo momento, e fino alla fine dell’allerta meteo, resterò concentrato sull’evolversi della situazione. Se Paradisi o altri intendono strumentalizzare anche questo momento facciano pure.


dal comitato Maurizio Mangialardi
Candidato a Sindaco



Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 22-05-2015 alle 19:51 sul giornale del 23 maggio 2015 - 1822 letture

In questo articolo si parla di maurizio mangialardi, politica, senigallia, spazio elettorale autogestito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajOU


Una cosa è certa.
La paura c'è.
E nessuno ci gioca.
Magari con scelte diverse in questi anni avremmo avuto meno paura.

francesca felicetti

22 maggio, 23:18
Signor sindaco, Le dico come stiamo vivendo in casa queste ore di allerta.... In questo preciso momento mia madre e mio marito sono usciti per mettere le auto in un posto "sicuro" (l'altra volta le abbiamo perse TUTTE e ancora le stiamo pagando), abbiamo già alzato, per quanto possibile, televisori, computer, vestiti, scarpe, foto, e chi più ne ha più ne metta(visto che l'anno scorso l'appartamento è stato "ripulito", si fa per dire visto il fango che abbiamo dovuto togliere.....).rnA questo punto Le chiedo: "Per tutta la vita dovremmo vivere così, secondo Lei? Andare a dormire la sera con l'ansia che il dramma si possa ripetere? Ringrazio tutte quelle persone che incessantemente stanno lavorando per noi cittadini, ma da Lei pretendo più SICUREZZA!!"

Tarcisio Torreggiani

23 maggio, 09:46
Paradisi Giocherà anche con l paura dei cittadini, ma il Comune o la Regione cosa hanno fatto in questo anno?

FB

23 maggio, 09:43
Strumentalizzare politicamente, è chiaro, non è accettabile.
Ma ma non lo è altrettanto anche il non assumersi le responsabilità, quando da anni si amministra un territorio, magari sbandierando programmi elettorali da libro dei sogni al momento delle elezioni.
Chi ha governato questa città per anni non può pensare di essere credibile quando trova soluzioni facili che non ha attuato negli anni avuti a disposizione.
Concetto sconcertantemente semplice, quanto drammaticamente eluso.

Ho appena letto l'articolo di paradisi.

Non c'è nulla di cinico ne, tantomento, di terrorizzante.

Foto dimostrano ampiamente che sotto il ponte del semaforo c'erano tronchi di traverso da almeno un mese.

Lo stato del misa dallo zavatti al mare è disastroso.

Su internet gira un filmato con un escavatore da giardino nel misa, poco dopo uliassi, che sposta la ghiaia.

Che cos'ha fatto mangialardi in 55 settimane?

Poco o nulla.

Se tu amministri la città, ti assumi una responsabilità, onere e onori.

Mangialardi si è vantato di tutto, dal giro d'italia all'apertura delle discoteche, al ripristino della segnaletica orizzontale (giusto perchè passavano mille miglia e giro d'italia) ma non si è mai scusato di quello che non ha fatto e avrebbe dovuto fare.

E' proprio il sindaco che terrorizza, come durante una guerra, i cittadini con le precipitazioni eccezionali (si verificano ogni due o tre mesi, dunque non sono eccezionali manco per niente), con le macchinette nel cuore della notte invitando i cittadini a spostare le auto.

La notte scorsa il viale dei pini e limitrofi era sott'acqua.

Si deve desumere che, purtroppo, questa volta i fossi non hanno collaborato.

Questo è quello che succede quando si vota un dilettante a carica importante, totalmente ignorante in materie tecniche e, soprattutto, dalle priorità tourist oriented.

Lei, sindaco, avrebbe dovuto, nell'ordine:

1. Interessarsi della sicurezza dei cittadini

2. Interessarsi della tranquillità dei cittadini

3. Interessarsi dell'economia dei cittadini

4. Interessarsi del turismo

L'ordine logico è da 1 a 4, lei ha scelto l'ordine inverso.

Lei si nasconde dietro i numeretti (100 mm di pioggia) dimenticando che le allerte con spostamento dei veicoli e chiusura delle strade si sono verificate per almeno 5 volte nel corso degli ultimi 12 mesi.

Faccia lei se tali eventi siano di carattere ordinario o straordinario.

Se lei, come sindaco cittadino e, dunque, come istituzione, si offende per una critica forse ha sbagliato mestiere.

Personalmente non credo che lei si senta offeso.

Ha semplicemente voluto replicare ad una ovvia critica di negligenza, palese ed evidente, e ha ritenuto di giocare la carta della permalosità.

Null'altro.

E lui si difende per puro tornaconto elettorale.