Città Futura: Turismo, Agricoltura Biologica e Patrimonio territoriale

22/05/2015 - Turismo, Agricoltura Biologica, Patrimonio territoriale, queste parole spesso sono scritte nei programmi elettorali e pronunciate nei vari comizi in queste frenetiche giornate che precedono le elezioni del 31 maggio.

É molto diffusa l'idea che per Senigallia è importantissimo curare e migliorare l'offerta turistica: giusto ! Ciò è condivisibile ed auspicabile! Gli altri due aspetti però non possono rimanere in secondo piano, è necessario un progetto complessivo che sappia compenetrali tutti assieme con la finalità di rendere più attrattivi e piacevoli il soggiorno e/o la visita turistico-culturale a Senigallia , ma anche migliorare la qualità della vita dei propri cittadini. Avanzo quindi alcune proposte, secondo le linee de La Città Futura e del programma politico amministrativo della coalizione che sostiene Mangialardi a sindaco della città.

Agricoltura Biologica certificata nel nostro territorio : le maggiori conoscenze e competenze richieste agli Agricoltori devono essere riconosciute ed incentivate. Attualmente la produzione garantita da piccoli produttori bio non è in grado di coprire la richiesta del mercato locale che in questi ultimi anni si è sempre più allargata . Penso che la futura Amministrazione dovrà svolgere un ruolo di promozione e sostegno, ad esempio : 1) Proporre un bando per raccogliere idee imprenditoriali legate alla rivitalizzazione dell’agricoltura locale. Il bando si dovrebbe rivolgere ad imprenditori agricoli o aspiranti tali che abbiano un’età inferiore a 40 anni, appassionati del settore agroalimentare, attualmente in cerca di lavoro, che siano pronti a trasferirsi in una zona particolarmente vocata all’agricoltura ma attualmente abbandonata o sottoutilizzata. 2) Promuovere corsi di pratica di agricoltura biologica in collaborazione con l'istituto Alberghiero e/o direttamente attraverso le Iniziative della Scuola di Pace della città. 3) Vietare l'uso di pesticidi e diserbanti perché ormai è sempre più acclarato che nocciono alla salute dell'uomo e sono corresponsabili della diminuzione delle api e dello sterminio di rane e tritoni (indicatori biologici) nei nostri fossi e ruscelli.

Patrimonio territoriale (Naturale e storico-culturale): creare un più efficace coordinamento tra tutti i musei della città, valorizzare e rendere più fruibili le mura e i torrioni dei castelli di Scapezzano e Roncitelli e le splendide vedute panoramiche che offre il nostro territorio collinare e la nostra spiaggia. In particolare tra l'altro: 1) realizzazione di un piccolo Antiquarium (ubicato nel torrione a Nord del castello di Scapezzano) dedicato ai reperti del sito archeologico Piceno di Montedoro risalenti al IX – VIII secolo a.C. , 500 anni circa prima della fondazione di Sena-Gallica. 2) realizzazione di un sentiero panoramico arredato con alberi autoctoni, siepi e panchine attorno al centro storico di Scapezzano che permetta di godere di un panorama di 360° a partire dal Golfo di Ancona, Conero , Monti Sibillini, Monte San Vicino, Monte Catria, Monte Nerone, Sasso Simone e Simoncello, Ardizio di Pesaro , Costa Croata se si è fortunati. 3)Realizzare il prosieguo del marciapiedi del lungomare Mameli che termina alle porte del Cesano con due diramazioni: la prima fino alla piazza della frazione per poi farla arrivare nei pressi della foce del fiume dove si può prevedere un piccolo parco fluviale; la seconda che permetta di accedere agevolmente, attraverso un pontile, alla scogliera più vicina alla spiaggia opportunamente modificata (es: a mezzaluna) per accogliere coloro che vogliono sedersi e godere dell'ascolto del mare e della visione del panorama. 4) Realizzazione di un percorso alberato e ciclabile con la presenza di alberi e siepi che unisca la pista che proviene dalla Cesanella attraverso l'argine Dx del fosso della Giustizia fino alla ferrovia e da qui fino al porto collegandosi anche alla pista di porta Fano. Ciò significa l'utilizzo di parte di terreno delle FS che nel tratto indicato vede la presenza dello ex-scalo merci convertibile in un ambiente disponibile alle persone del quartiere Pace, mentre la grande piazza antistante potrebbe divenire, almeno in parte, un parcheggio, per accedere alla vicina spiaggia.

Cari concittadini, se otterrò il vostro sostegno durante e dopo il voto, il mio impegno al servizio della città ci sarà per i prossimi 5 anni su questi progetti e non solo ma, sempre e comunque, pronto ad accogliere eventuali suggerimenti. Ricordo che il voto assegnato alla mia persona comprende anche la Lista “La Città Futura” e il sindaco Mangialardi. Sottolineo che ritengo altrettanto importante per la nostra Città sostenere la Candidatura di Simone Ceresoni al Consiglio Regionale delle Marche per le capacità, le competenze, la serietà e l'attenzione verso i cittadini dimostrate nella passata Amministrazione.

Luciano Principi - Candidato al Consiglio Comunale con La Città Futura





Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 22-05-2015 alle 14:39 sul giornale del 23 maggio 2015 - 613 letture

In questo articolo si parla di politica, La Città Futura, spazio elettorale autogestito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajM0





logoEV