Allerta meteo: si abbassa il livello del fiume, riaperti i ponti. Scuole regolarmente aperte

22/05/2015 - Alle 21.30 di venerdì si è riunito il Coc coordinato dal sindaco Maurizio Mangialardi. Aggiornamenti in tempo reale.

Operatori della Polizia municipale e della Protezione civile stanno monitorando costantemente il livello dei fiumi e dei fossi.

Ore 22.15: Allagato il tratto di statale tra Marzocca e Ciarnin ed il tratto di lungomare Italia a Marzocca. Tracimato fosso del Crocifisso. Livelli del fiume sotto controllo.

Ore 22.30: Esondato fosso di Sant'Angelo all'altezza della Mandriola.

Ore 22.45: Provinciale arceviese allagata all'altezza di Vallone. Squadre di Vigili sul posto. Primi allagamenti a Pianello di Ostra.

Ore 23 A causa della forte perturbazione che ha causato la tracimazione dei fossi del Crocifisso e Sant'Angelo (all'altezza della Mandriola) sono state chiuse strada del Crocifisso e strada della Passera. Si registrano alcuni allagamenti lungo via Arceviese e in via Capanna. Al momento i livelli del fiume sono sotto controllo e non ci sono problemi nelle zone di Borgo Bicchia, Borgo Molino e zona Piano Regolatore

Ore 23.20: Attivata procedura preallarme zona R4 strada Marazzana e via Chiusa

Ore 23.45: Continua a piovere nell'entroterra. Chiusi a scopo precauzionale i ponti II Giugno e Garibaldi

Ore 23.45: Richiamate dal Centro Operativo Comunale coordianto dal sindaco Mangialardi, sono entrate In azione le squadre della Protezione civile e della Società Autostrade munite di moto-pompe per ripulire via Capanna, via Di Vittorio e via Genovesi. Altre squadre di supporto sono in arrivo. Sempre sotto controllo i livelli del fiume Misa

Ore 00:06: I residenti delle zone Porto e Portici Ercolani invitati a scopo precauzionale a spostare le auto parcheggiate.

Ore 00:20: A causa degli allagamenti per il persistere delle piogge disposta la chiusura di via Mercantini, via Anita Garibaldi e via Venezia.

Ore 00:32 È aumentata la pioggia nell'entroterra. Fossi sotto pressione, crescono i livelli del fiume nel Centro Storico. Nessun problema a Borgo Bicchia Borgo Mulino e zona piano regolatore.

Ore 01:07 Si invita a non portare le auto in via Capanna Alta perché potrebbe essere interessata dalla tracimazione di Fosso Sant'Angelo.

Ore 01:33 Allagamenti in via Baroccio.

Ore 02:27 Si stanno svolgendo diversi interventi di ripristino in varie zone del centro. Permangono criticità in via Baroccio, via Capanna e Borgo Passera. Si registrano smottamenti nella strada provinciale "Corinaldese" e nella strada statale 16 Adriatica sud. Alcuni allagamenti, invece, interessano la strada provinciale "Arceviese". I livelli del Misa rimangono alti ma stazionari. Nessun problema derivante dal fiume nelle zone di Borgo Bicchia, Borgo Molino e Piano Regolatore

Ore 04:30 Con il cessare della fase acuta della perturbazione e l'abbassamento dei livelli del fiume e dei corsi d'acqua minori, si irentra nella fase di attenzione nella zona R4. Sono stati riaperti i ponti Garibaldi e 2 giugno. Nel frattempo continuano gli interventi di ripristino in varie zone del centro e si sta rapidamente tornando alla normalità. Su decisione del sindaco Mangialardi il Centro operativo comunale resta aperto per monitorare costantemente l'evolversi della situazione. Domani le scuole di ogni ordine e grado saranno regolarmente aperte







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2015 alle 22:06 sul giornale del 23 maggio 2015 - 12587 letture

In questo articolo si parla di cronaca, comune di senigallia, alluvione, senigallia, allerta meteo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajO9


vanessa venturi

23 maggio, 01:13
Dove rimane il fosso sant angelo?scusate ma non sono pratica delle strade .

Massimiliano della Rovere

23 maggio, 09:37
Il Misa va dragato in profondità e regolarmente. È inconcepibile vedere le isolette con vegetazione lungo il fiume al centro della città e poi dichiarare l'allerta a ogni pioggia. La ghiaia raccolta può anche essere venduta ed essere un introito! Di quanto si è ridotto l'alveo del fiume dall'alluvione?

massimo cortese

24 maggio, 09:00
lo stato dell'arte sembra un bollettino di guerra.

Luigi Alberto Weiss

25 maggio, 10:19
Caro Cortese, il tono epico è quello che fa di una nornale attività tecnico-amministrativa l'operazione più eccezionale del momento. Le faccio un esempio: ai miei tempi qualcuno diceva che "la nostre truppe sono tornate sulle posizioni precedentemente mantenute" e così cercavano di mascherare quella che il realtà era una ritirata. Capito...




logoEV