Mangialardi sul confronto con i candidati sindaci: 'Bizzarre le idee dei miei avversari'

21/05/2015 - Ringrazio gli organizzatori del confronto tra i candidati a sindaco svoltosi mercoledì sera nell’oratorio di Cesanella e promosso allo scopo di fornire ai cittadini elettori maggiori informazioni ed elementi utili per esercitare in modo più consapevole il proprio diritto di voto.

Un grazie anche a chi ha coordinato il confronto e che è riuscito a far rispettare i tempi serrati dei vari interventi mantenendo così sempre il giusto ritmo. Più di una cosa avrei invece da ridire nei confronti delle posizioni espresse dai vari candidati a sindaco che, nella loro foga di attaccare sempre e comunque il sottoscritto, si sono lanciati in una serie di proposte di scarsa o nulla fondatezza amministrativa, figlie di una visione piuttosto bizzarra della situazione del Comune di Senigallia e delle attribuzioni proprie degli Enti Locali.

Un elenco di improbabili proponimenti dei quali ho preso diligentemente nota nel mio cellulare: piani di opere pubbliche vietate dalle rigide norme del patto di stabilità, funzioni da dirigenti svolte da assessori, impianti sportivi privi di copertura economica, lavori di pubblica utilità a mille euro al mese quando riusciamo già oggi ad averne senza oneri a nostro carico, impegni solenni a pubblicare atti e notizie che compaiono già da anni nel nostro sito istituzionale, fantomatici articoli 17 che assegnerebbero come per incanto ai Comuni la competenza nella gestione del fiume. Il tutto condito con immagini fosche, come quelli di piani ridotti a coriandoli lanciati dal palazzo comunale. Insomma una nuova occasione persa per tentare di fare chiarezza.

Peccato, perché non è certo con queste argomentazioni che si può offrire al cittadino la possibilità di mettere a confronto due visioni di città e due strade alternative per tentare di risolvere i problemi della comunità locale. Un’ennesima conferma di quello che vado sostenendo da tempo, vale a dire che le coalizioni che contrastano la mia candidatura hanno ben chiara solo la pars destruens, senza riuscire ad elaborare nessun serio ed argomentato spunto programmatico in grado di fornire risposte ai bisogni dei cittadini di Senigallia.


da Maurizio Mangialardi
candidato Sindaco di Senigallia




Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 21-05-2015 alle 19:25 sul giornale del 22 maggio 2015 - 866 letture

In questo articolo si parla di maurizio mangialardi, politica, Amministrative 2015, spazio elettorale autogestito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajLa


Luigi Alberto Weiss

22 maggio, 08:51
Il sindaco pro tempore avrebbe bisogno di una massiccia dose di lezioni di galateo politico. La sua arroganza è figlia della cultura autoritaria che ha ereditato insieme alla poltrona di sindaco.




logoEV