Sartini replica a Mangialardi sulla gestione dei fondi pro alluvionati

20/05/2015 - Lo abbiamo capito. E’ una strategia consolidata del candidato Mangialardi quella di distrarre il lettore/cittadino dal cuore del problema, spostando così l’attenzione a valutazioni personali e a tratti infamanti nei confronti dell’avversario, che nulla hanno a che vedere con la gestione dei fondi pro-alluvionati.

In sostanza nel suo comunicato, strettamente offensivo sul piano personale, Il candidato a Sindaco Mangialardi ancora una volta si sottrae dal rispondere alla nostra richiesta di chiarimenti sulla gestione dei fondi pro-alluvionati. Va premesso che ogni cifra da noi indicata è quanto comunicatoci per iscritto dall'allora Sindaco in carica, non un centesimo è stato aggiunto o tolto. Procediamo con ordine per fare chiarezza.

La Procura non ha archiviato nulla in quanto la segnalazione – esposto – querela è ancora aperta. Per poter comprendere occorre poter vedere. Fino ad oggi il sindaco uscente continua a non voler rendere pubblici i dati nella gestione delle offerte nonostante le ripetute richieste fatte. Eppure il D.lgs 33/2013 obbliga le amministrazioni a pubblicare online i dati di tutti i contributi rilasciati annualmente da 1000 € in su nei confronti di associazioni, aziende, comitati, circoli, privati cittadini con l’ammontare dell’importo corrisposto e il nominativo o la denominazione di chi ne ha usufruito in modo da poterlo identificare in modo certo. Per potergli credere basta che pubblichi i dati di tutte le offerte pervenute (allegando ovviamente i rendiconti dei conti correnti con i bonifici pervenuti e lo stesso dicasi per le somme distribuite). Nessuno fa delle insinuazioni campate per aria in quanto è più che evidente che, ad oggi, leggendo le lettere da lei trasmesse risulta impossibile conoscere l'ammontare delle offerte pervenute, chi ha ricevuto dei contributi e in che entità.

La questione economica per chi ha subito danni per decine e decine di migliaia di euro non è da affrontare con una pacca sulle spalle e con le salsicciate, ma con una rendicontazione seria e trasparente. Ciò è mancato completamente in questa amministrazione e gli alluvionati stanno ancora aspettando una risposta dal 18 settembre 2014. Così come il nostro articolo è stato incentrato sul merito di un aspetto delicato, tutto basato su documenti resi accessibili online, altrettanto auspichiamo avvenga nella sua risposta. Ciò nell'interesse di chi ha avuto danni economici dall'alluvione e poi di tutta la città. Si astenga dunque da attacchi gratuiti e risponda nel merito delle domande, più che legittime. Tutta la comunità senigalliese la ringrazierà. Io per primo.


da Giorgio Sartini
candidato sindaco Senigallia Bene Comune


...

...

...

...

...

...

...

...

...

...

...

...

...

...

...

...





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2015 alle 11:28 sul giornale del 21 maggio 2015 - 362 letture

In questo articolo si parla di politica, giorgio sartini, senigallia, fondi alluvionati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajFN





logoEV