Barbara: Notte Ciclistica Barbarese tra solidarietà, formazione e promozione sotto i fari

18/05/2015 - Pienamente onorata è stata la memoria del ‘Grande Master’ (nonché ‘Cicci’), Pierluigi Mastrucci” e del primo presidente della ‘Ciclistica’, ‘Quinto de Rodolfo’. Tutto sui ritmi della cronaca appagante.

 Il parroco don Stefano Conigli lancia il gruppone alle 21. I “magnifici dieci maratoneti” reggono spartanamente sui pedali fino alle prime luci del mattino e si fermano, come da programma, dopo il sesto ‘tocco’ dell’orologio posto sopra l’Arco di Santa Barbara.

Traguardo tagliato “alle 6, più due giri”, come un ventennio fa, quando, allora come oggi, a pedalare sotto i fari erano Lamberto Giuliani e Raffaele Rossini. Ad alzare le braccia con loro all’arrivo sono gli altri otto instancabili compagni d’avventura, capaci anche di tenere sotto la pioggia e domare il pavé in salita di corso Vittorio Emanuele II e di via Castello: Franco Saturni (presidente dell’organizzatrice Società Energia), Mario Olivetti, Giorgio Boria, Michele Pulcinelli, Paolo Giannini, Emanuele Peverini, Gabriele Spadoni e la moglie amazzone Lucia Carbini. Totale: 130 chilometri.

Slogan pienamente onorato: ‘Passeggiando nel Giro del Paese’ (1.200 metri), tutti insieme, come nella Fiaccolata della Memoria, con il concorso delle associazioni locali. Promuovono il Comune di Barbara e la Scuola Primaria “Aldo Fiorini”, che costituiscono i battistrada della ‘Notte Ciclistica Barbarese’, la quale vede mulinare, sul colle anconetano, cittadini ed ospiti di ogni età ‘Ricordando Pierluigi Mastrucci e Quinto Pasqualini’. Il centro storico funge da ritrovo, alfa e omega della manifestazione.

E’ l’ultima tappa (alla ruota delle insegnanti Elena Morbidelli e Marta Pasqualini) del Progetto ‘BiciScuola’, antesignano in Italia, un quarto di secolo fa, in termini spazianti e formativi. Carovana folta, intergenerazionale e multietnica: ciclisti e ciclofili di lungo corso, amministratori, insegnanti, bambini, ragazzi, genitori, nonni, zii ed affini di ogni tipo. Infinita passione promozionale. Monsignor Umberto Mattioli è il mecenate eccellente, che mette anche in palio due mountain bike, ad estrazione tra tutti i partecipanti.

Il supporto tecnico e l’assistenza meccanica vengono garantiti dall’ostrense Team Cingolani di Pianello. Vive un altro significativo momento il circuito “Ruote e Cultura”, concepito soprattutto per dare impulso alla migliore formazione attraverso lo sport. Taglia il traguardo degli 84 anni il campione sempreverde Americo Severini (classe 1931): viene festeggiato quale icona dell’effervescenza fisica e creativa. I primi a rendere omaggio al ribattezzato “Barbarino” sono i sindaci delle due cittadine attivamente gemelle di Barbara e Serra de’ Conti, Raniero Serrani ed Arduino Tassi, ognuno dei due rigorosamente in fascia biancorossoverde, per essere pienamente in sintonia con il tricolore indossato da “Micco”.
Su Tvrs: nei contenitori di lunedì (20,10 – canale 11), martedì (20,10 – canale 111), giovedì (22,30 – canale 11), venerdì (20,10 – canale 111).





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2015 alle 11:17 sul giornale del 19 maggio 2015 - 672 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di barbara, barbara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajyE