L’onda lunga della crisi, Confartigianato: Senigallia perde le sue attività “storiche”

giacomo cicconi massi 13/05/2015 - 65 imprese artigiane chiuse dall’inizio dell’anno, 53 le nuove attività, per un saldo negativo di -12. Il dato è dell’Ufficio Studi della Confartigianato aggiornato al primo trimestre 2015 e si riferisce al distretto produttivo di Senigallia. Il comparto in maggiore difficoltà, le costruzioni (-11).

La crisi da emergenza è diventata lo scenario di normalità con cui purtroppo ogni giorno le nostre imprese sono chiamate a confrontarsi – dichiara Giacomo Cicconi Massi, Segretario Confartigianato Senigallia - Le cause di questa situazione sono una somma di diversi fattori che giocano tutti a discapito dello sviluppo produttivo e non permettono di intercettare la crescita.
La pressione fiscale è  insostenibile, gli artigiani devono far fronte alle spese di gestione di attività, costi del lavoro e delle materie prime molto alti.

I piccoli imprenditori del territorio rischiano di non farcela, perché purtroppo devono aspettare mesi o addirittura anni prima di essere pagati da un ente pubblico o da una grande impresa committente.
Le imprese artigiane che chiudono – continua Cicconi Massi della Confartigianato - sono spesso aziende “storiche” con anni e anni di esperienza e la loro fuoriuscita dal mondo produttivo è un colpo che destabilizza e indebolisce l’intero tessuto economico.

Per invertire questa tendenza, chiediamo certamente un maggiore coinvolgimento delle imprese locali, in quanto se il sistema economico e sociale regge  è solo grazie al lavoro che le nostre imprese generano.

La razionalizzazione della spesa corrente, la riduzione della tassazione locale, la rivitalizzazione dei centri storici e una azione di contrasto all’abusivismo e al lavoro nero sono alcuni driver che debbono essere seguiti. Infine il credito. E’ fondamentale per la vita di un imprenditore e deve essere erogato guardando ai progetti e alle capacità di fare impresa di ogni singolo, anche se piccolo. Queste sono le nostre priorità per il territorio di Senigallia – conclude Cicconi Massi della Confartigianato - e siamo disponibili a collaborare per favorire lo sviluppo economico del territorio.

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2015 alle 15:07 sul giornale del 14 maggio 2015 - 537 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, confartigianato, commercio, senigallia, giacomo cicconi massi, impresa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajlX





logoEV