Giornata per l’Epilessia, domenica di solidarietà e musica a San Rocco

08/05/2015 - “Aiutiamo gli altri ad uscire dall'ombra” è lo slogan dell’edizione 2015 della Giornata nazionale per l’Epilessia, indetta ogni anno a maggio dalla Lice (Lega Italiana contro l'Epilessia).

Anche a Senigallia, per l’occasione, si terrà un'iniziativa promossa da Amce (Associazione marchigiana lotta contro l’epilessia), Fanpia (Famiglie neuropsichiatria infanzia e adolescenza) e Fie (Federazione italiane epilessie) domenica 10 maggio alle ore 17 all'Auditorium San Rocco in piazza Garibaldi, con il patrocinio del Comune e della Regione Marche (ingresso a offerta).

"L'infinito desiderio di felicità", questo il titolo dello spettacolo, sarà un connubio di solidarietà e musica, in cui si accenderanno i riflettori sulle problematiche dell'epilessia e le associazioni locali impegnate a supporto di pazienti e familiari, ma poi ci sarà spazio per le note del grande maestro Marco Poeta e l'atmosfera del fado, musica popolare portoghese. L'artista, originario di Recanati, è oggi tra i più interessanti chitarristi acustici a livello internazionale ed è l'unico musicista non portoghese, a livello europeo, ad essere riconosciuto e considerato un vero fadista.

Alla serata, che sarà presentata da Marco Moscatelli, parteciperanno i rappresentanti delle associazioni Amce e Fanpia, la coordinatrice Lice Marche, dott.ssa Nicoletta Foschi del Centro Epilessia dell’Ospedale di Torrette e la dott.ssa Nelia Zamponi della neuropsichiatria infantile del Salesi di Ancona. Il pubblico sarà omaggiato di un piccolo gadget ricordo e potrà visionare anche la mostra, allestita all'Auditorium, con opere d'arte realizzate dai pazienti dei due centri regionali epilessia.

L'intento principale dell'iniziativa infatti è ricordare che una diagnosi di epilessia non è una condanna: oggi infatti si riesce a contrastare in modo efficace questa malattia e nella grande maggioranza dei casi si può svolgere una vita del tutto normale, eppure sui pazienti pesano ancora ignoranza e pregiudizi, che possono sfociare in forme di discriminazione.

Sul fronte della sensibilizzazione e l’assistenza un contributo importante viene anche dal volontariato: ad Ancona l’Amce è attiva presso il presidio ospedaliero di Torrette e dal 2007 gestisce uno sportello di ascolto in via Scrima 29 (sab 10-12:30 amcepil@libero.it  340 9529183), la Fanpia invece è impegnata all’Ospedale Salesi in favore di bambini con patologie neuropsichiatriche, con attività di supporto morale e materiale anche alle loro famiglie (info@fanpia.com 333 3561421).

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2015 alle 19:02 sul giornale del 09 maggio 2015 - 472 letture

In questo articolo si parla di attualità, csv marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ai0p





logoEV