Volpini dopo l'uscita di Civati: 'Io resto con Ceriscioli'

fabrizio volpini 07/05/2015 - Pippo Civati lascia il Partito Democratico e smuove un terremoto in piena campagna elettorale. All’annuncio dell’abbandono del parlamentare, i civatiani devono decidere da che parte stare.

Fabrizio Volpini, candidato del Pd alle regionali e civatiano convinto, anticipa la querelle e chiarisce la sua posizione. “Io resto nel Pd”, rassicura Volpini e affidando la motivazione ad un post sul noto sociale network Facebook.

“Vanno di moda i testimonial: un candidato chiama l'europarlamentare (David Sassoli ndr), un altro il ministro (Martina ndr), io avrei invitato un "semplice" deputato e questo esce dal PD –ironizza Volpini- Pur stimando Civati, io resto con convinzione in questo Partito, al fianco di Luca Ceriscioli, per portare avanti il suo progetto di rinnovamento a cui ho contribuito fin dal primo momento”.





Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2015 alle 21:15 sul giornale del 08 maggio 2015 - 1200 letture

In questo articolo si parla di fabrizio volpini, giulia mancinelli, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ai6E


Luigi Alberto Weiss

07 maggio, 22:12
Nessuno aveva dubbi! E' difficile scendere dal solito carro del vincitore (non parlo di Ceriscioli, perchè è tutta da vedere). Ci vogliono... attributi, idee, obiettivi, capacità d'intercettare le necessità dei cittadini e non di obbedire passivamente alle "parole d'ordine" del partito (sempre che vogliamo continuare a chiamare partito il PD).

La volpe all'uva... te credo che rimane aggrappato al carro di Ceriscioli, se così non fosse salterebbe la sua bella candidatura alla Regione, quindi è normale che di Civati gli sia rimasta la stima, ma di Ceriscioli è di gran lunga meglio la poltrona.
#opportunismoamillecarovolpini

Ah ho capito, il suo programma politico è:

"O Franza o Spagna, purché se magna."

Ora che Franza e Spagna sono entrambi rappresentati dal PD, la scelta è ovvia e banale.

Giustificarla non fa altro che renderla ancor più banale.

L'italia ringrazia.




logoEV