Mangialardi: 'Senigallia capitale della scultura adriatica'

maurizio mangialardi 07/05/2015 - Dopo l’installazione della scultura “Donna al sole” di Romolo Augusto Schiavoni di fronte al Palazzo Nuova Gioventù lo scorso 8 marzo, il Museo Urbano di Scultura dell’Adriatico, progetto fortemente voluto dall’Amministrazione comunale, si arricchisce di una nuova opera, grazie all’installazione della “Grande Eva” di Silvio Ceccarelli, che verrà presentata il prossimo 16 maggio in occasione della “Notte dei Musei”.

Musa è uno dei progetti più ambiziosi e innovativi realizzati in questi ultimi cinque anni, capace di coniugare interventi di riqualificazione urbana con l’idea di una cultura intesa anche come volano di crescita economica. L’obiettivo è quello di creare un percorso artistico di scultura urbana, un’eccezionale unicum nell’ambito delle strategie di sviluppo della Macroregione Adriatica Ionica, valorizzando lo straordinario patrimonio artistico-monumentale della città, al fine di promuoverne l’immagine in Italia e all’estero.

Si tratta di un tassello fondamentale nell’ambito delle azioni programmate volte a destagionalizzare l’offerta turistica senigalliese che, oltre a consolidare il successo dei grandi eventi nazionali e internazionali, intendono investire e allargare il bacino turistico dei visitatori che guardano sempre con più attenzione alle proposte culturali e artistiche messe in campo dagli enti locali. Un segmento di grande importanza, su cui l’Amministrazione comunale ha molto lavorato e, visti i risultati ottenuti, con grande competenza e lungimiranza. A parlare sono i numeri di questo quinquennio: 48 mila presenze registrate dalle mostre a Palazzo del Duca, 169 mila quelle alla Rocca Roveresca, 37 mila all’Area Archeologica, 60 mila al Musinf e 35 mila al Museo della Mezzadria.

Ma si pensi anche al grande interesse suscitato nei media nazionali da eventi di valore assoluto come, solo per citarne alcuni, le mostre “La Grazie e la Luce”, “La Luce e il Mistero”, “Lacrime di smalto” e “Leo Matiz: la fotografia come racconto”. D’altra parte, per tornare la progetto Musa, la calorosa presenza di tanti cittadini di Senigallia all’inaugurazione dello scorso 8 marzo, dimostra che oggi nella nostra città c’è maggiore consapevolezza sulle positive ricadute che possono avere quei progetti che investono sull’economia della bellezza. E forse oggi è proprio questo il risultato più importante che abbiamo ottenuto e che più ci rende orgogliosi, perché una città, una comunità che ha cognizione sulla direzione da intraprendere per costruire il proprio futuro di benessere e prosperità, non solo saprà raggiungere più velocemente i propri obiettivi, ma saprà affrontare in maniera più efficace e unita anche le eventuali difficoltà.


dal comitato Maurizio Mangialardi
Candidato a Sindaco



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2015 alle 10:48 sul giornale del 08 maggio 2015 - 704 letture

In questo articolo si parla di maurizio mangialardi, politica e piace a Jules

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ai40


Luigi Alberto Weiss

07 maggio, 12:40
Ma un asettico comunicato da ufficio stampa no n si può vedere, almeno in questo periodo di campagna elettorale? Un po' di correttezza istituzionale e politica non guasta. O siamo anche qui sul solito clichè dell'"uomo solo al comando", senza il quale la città sarebbe ancora un misero villaggio dei Galli Senoni?

Mangialardi non vuole capire.
Gli è stato spiegato che non deve usare l'ufficio stampa e lui usa quello del comitato (che immagino sia lo stesso) per mettere propri virgolettati su comunicati istituzionali.
Invece sono comunicati che devono uscire dall'Ufficio stampa del Comune, ma senza virgolettati di Mangialardi.
E' proprio tanto difficile da capire?




logoEV