Mangialardi presenta la sua coalizione: 'Siamo e saremo sempre dalla parte dei cittadini'

05/05/2015 - Maurizio Mangialardi presenta ha presentato ufficialmente la coalizione che lo sostiene nella corsa al secondo mandato. La cornice martedì alle 18,30 è stato il Teatro del Portone, “tra i luoghi simbolo colpiti dall’alluvione del 3 maggio”.

In apertura i saluti di due degli elettori più “anziani”, quelli del senatore Giuseppe Orciari e di Milvio Greganti, entrambi novantenni di Marzocca. A presentarsi al pubblico sono stati via via i candidati delle quattro liste della coalizione che sostiene Mangialardi, affidando alcune tematiche ai rappresentanti delle liste.

Per il Partito Democratico la capogruppo uscente Ilaria Ramazzotti ha puntato “sulla valorizzazione della cultura e dei luoghi simbolo come la Rotonda, la Fenice e la città della fotografia” mentre Simona Romagnoli ha elogiato il “nuovo modello della città dei turismi, basata su grandi eventi come il Summer JAmboree e il Caterraduno”. Gianna Prapotnich di Vivi Senigallia ha puntualizzato “sull’importanza dell’acceso ai fondi sovracomunali e della macroregione” e Sabina Sartini ha elogiato “il grande lavoro svolto in favore delle donne” annunciano l’impegno nel trovare “un referente per aiutare le donne vittime della violenza”.

Città Futura, con il capogruppo Carlo Girolametti ha puntato sulla “qualità della sanità e del welfare senigalliese che va comunque migliorato e tutelato” e Enrico Pergolesi ha riproposto l’impegno “per la tutela dell’ambiente e l’urbanistica volta al consumo zero del territorio”, ribadendo il no alle trivellazioni in Adriatico. A prendere la parola per la lista Obiettivo Comune è stato Stefano Alessandroni che da imprenditore alluvionato ha ricordato “l’importanza e la necessità dei risarcimenti che devono arrivare per le imprese ma anche per i privati cittadini”. Sara Sperandini, la più giovane in lista con i suoi 19 anni, ha promosso l’impegno della coalizione “sul fronte della valorizzazione dello sport e della cultura”.

Per ultimo, a salire sul palco, è stato il sindaco uscente Maurizio Mangialardi. “Abbiamo costruito un programma insieme a voi, insieme alla gente –ha detto- perché questo il senso della città di tutti. L’Amministrazione in questi anni sul territorio c’è sempre stata ed abbiamo allargato il consenso proprio perché ci siamo sempre stati e non ci siamo mai tirati indietro”. Una presentazione, conclusasi tra gli applausi della platea sulle note dell’Inno di Mameli.







Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2015 alle 23:00 sul giornale del 06 maggio 2015 - 1306 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aiZU


Luigi Alberto Weiss

05 maggio, 23:04
Peccato non si senta il profumo dell'incenso e qualcuno non abbia proposto di passare alla doppia denominazione "Senigallia-Eden".

A ben guardare il Teatro Portone con i suoi 244 posti, togliendo i vari candidati a consiglieri comunali su 4 liste in appoggio, non mi sembra che ci sia stata una grande partecipazione di gente. Diversa è stata, quando il Sindaco partecipò, alla riunione dei comitati alluvionati, con il teatro strapieno. La vedo dura l'elezione al primo turno.




logoEV