Scontri Expo, a Milano anche gli uomini del reparto mobile di Senigallia

agenti antisommossa 03/05/2015 - Nella guerriglia urbana di Milano del 1 maggio 2015, negli scontri con i manifestanti del corteo "No Expo", gli uomini del Reparto Mobile di Senigallia si trovavano in prima linea, in via Carducci ed in Corso Magenta.

Contro manifestanti che hanno preso il sopravvento ed hanno distrutto tutto quello che hanno trovato lungo il percorso, il Reparto Mobile di Senigallia si è distinto per capacità e professionalità. I colleghi hanno evitato il peggio lanciando almeno 50 lacrimogeni, evitando il contatto con i manifestanti. Quello che ci conforta è che l’Ordine Pubblico è stato organizzato al meglio e vi sono stati pochi feriti, nessuno di Senigallia. A chi tenta, con la violenza e con la devastazione, di oscurare una manifestazione importante come l'Expo, lo Stato deve rispondere con fermezza.

Non è più tollerabile che una città venga distrutta e che cittadini onesti si trovino a pagare i danni di un gruppo organizzato di delinquenti. Ci attendiamo misure severe ed un sostegno concreto alle Forze dell'Ordine da parte del Governo. Sulla sicurezza dei colleghi della Provincia, il SIULP di Ancona ha richiesto più volte di assegnare, a tutti i colleghi, i nuovi caschi per Ordine Pubblico, poiché quelli attualmente in dotazione sono vecchi e l’imbottitura si sta deteriorando, quindi, secondo questa O.S., non più idonei. La risposta che ci è stata fornita è sconcertante: la Questura ha fatto richieste al Ministero di nuove dotazioni sia nel 2013, sia nel 2014 ed anche nel 2015, ma nessun casco è arrivato, anzi ci è stato riferito che l’unica fornitura di circa 2000 caschi sarà destinata esclusivamente alle esigenze operative dell’Expo di Milano.

Quindi, ci saranno poliziotti di serie A e di serie B. Su questo punto continueremo la nostra protesta affinché tutti colleghi siano dotati dello stesso equipaggiamento e, vista l’imprevedibilità delle esigenze di Ordine Pubblico, gli sia garantito lo stesso standard di sicurezza. Il SIULP, inoltre, tornando alle vicende di Milano, esprime vicinanza a tutti i colleghi feriti negli scontri e piena solidarietà ai cittadini di Milano ed a tutte quelle persone oneste avrebbero voluto manifestare pacificamente il proprio dissenso.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2015 alle 17:59 sul giornale del 04 maggio 2015 - 964 letture

In questo articolo si parla di polizia, politica, antisommossa, sindacato, agenti, Siulp Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aiSG


Luigi Alberto Weiss

05 maggio, 08:38
Ecco la spending rewiew di questo governo di dilettanti: i tagli nei settori che non possono protestare. "Usi obbedir tacendo...".




logoEV