Visita di istruzione a Strasburgo per l’Istituto Comprensivo Marchetti

Ingresso Istituto marchetti 23/04/2015 - Ci sono esperienze nella vita di ognuno di noi che rimarranno per sempre avvenimenti da ricordare, momenti indimenticabili:la gita di terza media è per noi senz'altro uno di questi. Per tanto tempo l'abbiamo desiderata ed ora, trascorsa in un soffio, costituisce un'esperienza didattica, ma soprattutto umana che conserveremo nel cuore per sempre.

Finalmente era arrivato il 9 aprile,data che segnava l'inizio del viaggio di istruzione in Alsazia dove,in compagnia della 2 C,saremmo stati per quattro giorni. Dopo dodici ore di viaggio siamo giunti a Colmar,terza città della regione per importanza e ne siamo rimasti incantati,abbiamo fatto una visita guidata della città con le graziose case a graticcio tutte colorate,monumenti,ristoranti meravigliosi e numerosi spazi naturali addobbati con stravaganti fiori di tutte le tonalità.

Il secondo giorno ci siamo diretti a Strasburgo per visitare il Parlamento europeo. Quando siamo entrati eravamo stupefatti:non avevamo mai visto nulla di così maestoso. Grazie ad una simpatica signora abbiamo esplorato la struttura comprendendone meglio la funzione.

Verso l'ora di pranzo ci siamo recati al parco zoo dell' Orangerie ricco di piante,fiori e di diversi animali,dai più tipici ai più rari;nel pomeriggio abbiamo fatto una passeggiata nella grande città. Il giorno seguente siamo andati a Struthof, campo di concentramento nazista,abbiamo visitato la struttura esternamente,dove si trovava il memoriale e l'installazione dove venivano impiccati molti deportati. All'interno c'erano diverse baracche che mostravano oggetti e foto dell’epoca. Questa visita ci ha fatto comprendere che è tutto vero ciò che raccontavano i genitori,ciò che ci spiegavano i professori,ciò che ci illustravano i libri,non avremmo mai pensato che le persone non venissero considerate come tali bensì venisse loro assegnato un numero,strappando la felicità,la spensieratezza e la libertà di ognuno. Una visita commovente che ci ha fatto parecchio riflettere a quali livelli di cattiveria possono arrivare gli uomini.

In seguito abbiamo visitato Friburgo,insieme alla guida abbiamo fatto un giro turistico davvero interessante,nel quale ci ha colpito molto il fatto di avere una sorta di canale che scorreva lungo i bordi delle vie. Durante l'ultima giornata ci siamo poi diretti a Como dove abbiamo visitato il centro storico e gustato il pranzo. Appena rientrati a Senigallia, dopo quattro giorni trascorsi fra la maestosa Strasburgo,la sorprendente Friburgo e la romantica Colmar, ognuno di poi porta in spalla il proprio bagaglio pieno di ricordi.

Nel nostro abbiamo riposto le risate in pullman, gli scherzi fra noi ragazzi, le grandi camminate, le scorribande in albergo, la sera in camera a condividere ogni momento con i compagni, il mangiare tutti insieme e la complicità dei nostri professori che senz'altro devono volerci un gran bene per sopportare tutto questo. In una piccola tasca in fondo al nostro bagaglio abbiamo trovato però anche un filo di tristezza, un briciolo di malinconia al pensiero che in quest'ultimo anno di scuola sarà inevitabile la separazione con la maggior parte dei compagni e professori.
Certo, alcuni amici in certi momenti ci hanno fatto arrabbiare, ma spesso ci hanno fatto sorridere, ci hanno fatto crescere , sono stati per tre anni una seconda famiglia, con tanti compagni come fratelli, compagne come sorelle e professori come genitori.

Rovistando bene nel nostro bagaglio, nella tasca di emergenza abbiamo trovato la certezza che loro rimarranno per sempre nei nostri ricordi e nei nostri cuori.
Aurora Bitittelli,Elisa Trivellato.
Con il contributo di tutta la 3 C della Marchetti.

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2015 alle 18:54 sul giornale del 24 aprile 2015 - 838 letture

In questo articolo si parla di attualità, Istituto Comprensivo Senigallia-Marchetti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aivv