La Scuola di Pace di Senigallia aderisce all'appello "Fermiamo la strage. Subito!". Due incontri a San Rocco

scuola di pace 22/04/2015 - Un’altra strage, altre vite spezzate. La sensazione di impotenza è grande di fronte all’ennesima tragedia avvenuta nel nostro mare. Che cosa possiamo fare? Una raccolta di firme per una petizione al parlamento europeo perché finalmente affronti la questione? Un’altra fiaccolata per piangere i morti? Tutto appare banale, velleitario, insignificante. Sì siamo impotenti!

È la sensazione che si prova spesso di fronte al male, e viene da chiedersi come possano esistere persone che scelgono deliberatamente di stare dalla parte del male lucrando sulla disperazione delle altre persone.

Certo il lavoro paziente di educazione e di sensibilizzazione come la Scuola di Pace cerca di fare è una cosa importante ma poi la domanda rimane: che cosa possiamo fare? Che cosa posso fare io?

È una domanda che deve interpellare ciascuno di noi perché in quel tratto di mare stanno morendo i nostri fratelli, le nostre madri, i nostri figli. Solo che non ce ne accorgiamo, li pensiamo sempre come altro da noi, come stranieri, come clandestini. Forse oltre ad educare le coscienze possiamo continuare ostinatamente a coltivare un sogno: una terra in cui nessuno si senta “clandestino” e in cui tutti siano liberi di camminare: una terra senza frontiere, una terra senza mappe.

È con questo spirito, per coltivare questo sogno che la Scuola di Pace di Senigallia aderisce all'appello: "Fermiamo la strage. Subito!" e ricorda gli ultimi due incontri dell'anno che si terranno alle 21 a San Rocco: uno il 23 aprile con Martina Pignatti presidente di Un ponte per sul tema della difesa civile non armata e il 7 maggio con il cardinale Francesco Montenegro presidente della Fondazione Migrantes.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2015 alle 19:08 sul giornale del 23 aprile 2015 - 371 letture

In questo articolo si parla di attualità, Scuola di pace V. Buccelletti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/airv





logoEV