Musica e poesia contro la violenza sulle donne

21/04/2015 - Nella mattinata di sabato 18 aprile 2015, numerose classi della scuola secondaria Marchetti di Senigallia nell’Aula Magna dell’istituto Comprensivo di Senigallia, hanno preso parte ad una iniziativa che ha coniugato poesia e musica, promossa dall’associazione Terre Gemelle Onlus, dalle Associazioni Non Canto Per Cantare e Laboratorio Centro Voce,dal Corso C europeo della Marchetti, per sensibilizzare i presenti su un tema attuale e difficile: la violenza di genere.

 Attraverso la lettura di alcune composizioni di poetesse italiane e straniere, accompagnate da un raffinato programma di brani sinfonici, il pubblico presente è stato invitato a riflettere sulla condizione della donna, ancora vittima di violenze, pregiudizi e discriminazioni in molte parti del mondo.

Il recital è stato organizzato nell’ambito del progetto educativo Mr Cittadino, coordinato dalla prof.ssa Giulia Donatiello, per far conoscere ai ragazzi il mondo del volontariato e le diverse problematiche che gli adulti di domani sono chiamati ad affrontare, consapevoli che attraverso l’adozione di comportamenti corretti e concreti nella vita quotidiana ognuno può contribuire a migliorare la realtà che ci circonda. Facendo seguire all’impegno l’azione, le classi del corso C europeo della scuola Marchetti hanno promosso un programma di gemellaggio con una scuola del villaggio di YakassèFeyessè in Costa D’Avorio, mediato dalla onlus Terre Gemelle, giunto ormai al secondo anno, all’interno del quale si è collocato l’evento di sabato 18 aprile.

Durante lo spettacolo fra le zone maggiormente problematiche per la condizione della donna è stata proprio citata la Costa d’Avorio, un paese dell’Africa Occidentale flagellato dalla povertà e da altissimi tassi di mortalità infantile e puerperale, nel quale un percorso verso un’effettiva emancipazione femminile può giocare un ruolo importante nello sviluppo dell’area e nella costruzione di una società più giusta.

Prima dell’evento, i ragazzi hanno ascoltato con interesse e partecipazione la testimonianza della volontaria Maria Luisa Rotatori, da anni impegnata in progetti educativi e sanitari in Africa, e le hanno consegnato lettere per i loro coetanei, impegnandosi a contribuire all’acquisto di materiale didattico e palloni per la scuola gemellata. Il progetto Marchetti-Terre Gemelle è affidato ai ragazzi del corso C e alle docenti Battista, Anselmi, Rossini e Sanseverinati, convinte che esso rappresenti un esempio della Buona Scuola che tutti si augurano, un luogo di crescita culturale e di stimolo all’impegno personale di ognuno per la collettività.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2015 alle 12:18 sul giornale del 22 aprile 2015 - 844 letture

In questo articolo si parla di cultura, Istituto Comprensivo Senigallia-Marchetti, violenza contro le donne

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aimN


Goffredo Samory

21 aprile, 15:31
Una lodevole iniziativa che va caldeggiata e che può essere estesa a tutte la Scuole Secondarie di Primo grado della nostra provincia, anche per scambi linguistici e culturali




logoEV