Angelo Aramini tra i candidati di Città Futura per "contribuire allo slancio della città"

21/04/2015 - Mi presento, mi chiamo Angelo Aramini, lavoro per una agenzia di viaggi e per un hotel di Senigallia, dopo aver svolto per una dozzina di anni mansioni impiegatizie in alcune aziende del nostro territorio. Candidarmi a consigliere comunale con La Città Futura, per me, significa poter contribuire ad un ulteriore slancio della nostra città, dal punto di vista urbanistico, turistico e della sostenibilità sociale anche perché il fondamentale scopo finale è quello di creare sempre nuova occupazione in tutto il territorio comunale.

Sostengo la candidatura a Sindaco di Maurizio Mangialardi perché sono fermamente convinto che negli ultimi anni la nostra città sia divenuta sempre più vivibile e fruibile sotto molti aspetti,oltre ad essere un esempio per altri comuni: tutto ciò mi viene giornalmente confermato da più persone, marchigiani e non, che riconoscono l'alta qualità della vita di Senigallia ... a volte con un pizzico di invidia.

Molto è stato fatto, ma molto altro c'è ancora da fare. Occorre proseguire su alcuni ottimi progetti già avviati e decidere, insieme alla cittadinanza, di avviarne altri di buona valenza socio-culturale, senza tralasciare mai l'accurata valutazione dell'impatto ambientale di ogni singolo progetto, da cui deriva giocoforza il nostro futuro e soprattutto quello dei nostri figli. Ad esempio, per quel concerne urbanistica e lavori pubblici, andrà pensato il progressivo rifacimento dei ponti del centro storico, prevedendo arcate uniche, ovvero senza pile intermedie e travi laterali, in modo da minimizzare l’effetto “collo di bottiglia”.

Dobbiamo impegnarci a fondo per intercettare finanziamenti europei o di privati, anche per riuscire a risolvere la situazione di Palazzo Gherardi: la scelta sul futuro utilizzo dovrebbe essere effettuata in modo condiviso e partecipato; poi cercar di sbloccare il progetto dell'hotel Marche, ché ad esso è collegata anche tutta l'area ex-APT, giardini Morandi e stazione. Progetti precisi e concreti, rivolti sempre a creare nuova occupazione e non solo stagionale; alla base di ciò ci deve essere sempre la valorizzazione del nostro territorio, creando un’identità equilibrata e riconoscibile della città e fruibile dalle diverse tipologie di turismi.

Per essere sempre più aperti e vicini ai cittadini, accettando e facendo critica purché costruttiva e volta all'aggiornamento, all’innovazione ed al miglioramento, dobbiamo sviluppare ulteriormente il progetto openmunicipio, cosicché gli amministratori (sindaco, assessori, consiglieri) riescano ad avere una propria bacheca telematica dove raccogliere pareri e proposte di tutti gli abitanti e ad instaurare dialoghi tracciati in modo trasparente, pubblico e conservati nel tempo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2015 alle 10:08 sul giornale del 22 aprile 2015 - 849 letture

In questo articolo si parla di politica, La Città Futura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ail4


Luigi Alberto Weiss

22 aprile, 08:57
Ma come fa la sua coalizione a stare con il PD dell'attuale sindaco, quando poi in Regione "dovrebbe" votare da un'altra parte e in Parlamento sta all'opposizione? Questi giri di valzer non sono un buon biglietto da visita per apprezzare i candidati.