Belvedere: come si costruisce un best seller, in biblioteca un Tè letterario gratuito

17/04/2015 - I best sellers sono libri-rifugio per i lettori occasionali mentre i lettori forti ne diffidano e se ne tengono alla larga. Il successo di vendite, in letteratura, è sempre sinonimo di libri di scarsa qualità?

Se ne parlerà al Tè letterario che animerà la biblioteca comunale di Belvedere Ostrense (AN) il prossimo sabato 18 aprile alle ore 17:15. L'incontro, a ingresso gratuito, è realizzato nell'ambito della campagna nazionale #ioleggoperché.

Non un dibattito, ma un incontro/laboratorio interattivo aperto al pubblico per esaminare le diverse facce della letteratura e i diversi tipi di “letterature”, spaziando dai classici ai contemporanei, con occhi ben aperti sulla forma della scrittura e i suoi intenti, ma anche sulle emozioni che i libri sono in grado di regalare. Un laboratorio per appassionati scrittori e anche per chi i libri non li ha letti proprio mai e si domanda cos'è che li respinge e li tiene lontani.

A guidare l'incontro sarà l'editor Luca Pantanetti dell'agenzia Scriptorama, che in merito dice “sarà l'occasione per scoprire insieme le ragioni che spingono i lettori a leggere, ma soprattutto i non-lettori a non avvicinarsi al mondo del libro; per riconquistare amanti dei libri e una maggiore consapevolezza della letteratura e quindi anche di noi stessi. Perché, come dice Llosa, 'sono convinto che una società senza letteratura sia una società condannata a diventare spiritualmente barbara, persino a mettere in pericolo la propria stessa libertà'. È proprio attraverso la letteratura che ci dotiamo degli strumenti per leggere il mondo, la società, l'uomo, la politica...”

Per informazioni: Federica Piersantelli 366.4605156; Morena Ambrosini 333.4495774.

 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2015 alle 16:38 sul giornale del 18 aprile 2015 - 387 letture

In questo articolo si parla di attualità, scriptorama

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aidn