Il Liceo Medi al primo posto all’XI Edizione Regionale delle Olimpiadi della Danza

16/04/2015 - Gli studenti del Medi continuano a dar prova del loro talento. Dopo il successo dello spettacolo del 21 marzo alla Fenice, i giovani ballerini del liceo si sono aggiudicati il primo posto della XI edizione Regionale delle Olimpiadi della Danza che si è svolta ieri al Palarossini di Ancona.

Un corpo di ballo composto da trentaquattro ragazze e ragazzi, dalla prima alla quinta, che si sono esibiti in raffinate e originali coreografie, frutto del lavoro e della grande competenza della coreografa Giorgia D’Emidio. La vittoria non è una sorpresa, perché è dal 2007 che i talenti del Medi ottengono importanti riconoscimenti in questo ambito, arrivando per ben cinque volte al primo posto nella fase nazionale della competizione (secondi solo nel 2014 e terzi nel 2007 e 2009) e vincendo sempre quella regionale.

A conferma dell’eccellenza raggiunta dal corpo di ballo, il premio forse più ambito: la medaglia presidenziale, a firma dell’ex Presidente Giorgio Napolitano, dopo la vittoria della Rassegna Internazionale di arte scolastica tenutasi a Napoli nel 2014. “Il merito è tutto dei ragazzi, del loro impegno e del loro entusiasmo” – ha commentato la prof. ssa Loredana Paparelli, docente di scienze motorie presso l’istituto e responsabile del progetto “Danza”. Nessuna selezione per accedere al gruppo dei danzatori. Tutti possono partecipare, anche chi non pratica sport o danza. La competizione gioca senza dubbio un ruolo fondamentale. Si lavora e si suda per vincere. Tuttavia l’obiettivo principale è creare sempre uno spettacolo a misura dei ragazzi, che valorizzi al massimo la loro bravura e le scelte coreografiche. Si punta soprattutto sull’esibizione, scegliendo di investire pochissimo nei costumi e optando per un abbigliamento essenziale. C’è molto lavoro dietro un simile progetto. “Cominciamo dopo Natale con un incontro settimanale di due ore - dice la prof.ssa Loredana Paparelli - per intensificare le prove nei giorni precedenti alla manifestazione, effettuando, se necessario, anche qualche prova in più del previsto prima di affrontare la gara”.

Gli studenti lavorano insieme diversi mesi, imparando a conoscersi e a stimarsi. Qualcuno di loro fa la sua olimpiade in prima Liceo e continua fino alla Maturità. E non manca chi, già alle prese con gli esami universitari, continua a seguire e a supportare il corpo di ballo durante le gare. Perché ballare insieme è un modo di crescere, di esprimere la propria creatività, di stringere amicizie vere. Soprattutto - come ha commentato una giovane danzatrice – rende il liceo molto più bello.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-04-2015 alle 11:21 sul giornale del 17 aprile 2015 - 955 letture

In questo articolo si parla di attualità, Liceo "E. Medi" - Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ah9A





logoEV