Elezioni: Ceresoni alle Regionali con Mentrasti. A Senigallia Sel col Pd

simone ceresoni 16/04/2015 - Partenza con sgambetto per la campagna elettorale del Partito Democratico. Il Pd ieri mattina ai Giardini Catalani ha presentato la lista che concorrerà alle amministrative del 31 maggio.

E nel giorno del lancio ufficiale della campagna elettorale è arrivata anche la notizia della candidatura alle regionali di Simone Ceresoni, assessore storico dei Verdi, che sosterrà però le Altre Marche di Edoardo Mentrasti. Una candidatura non vista di buon occhio dal Partito Democratico che ha comunque lanciato il suo cavallo di battaglia per la Regione Fabrizio Volpini con Luca Ceriscioli.

Una campagna elettorale che alla Città Futura potrebbe creare qualche imbarazzo, con Sel che sostiene l’alleanza col Pd alle Amministrative “contrastandola” invece alle Regionali. “In politica ognuno fa le sue scelte e ne rende conto agli elettori –commenta la segretaria del Pd Elisabetta Allegrezza- non pensiamo che la candidatura di Ceresoni sia una candidatura contro e certamente l’elettorato di Mentrasti non è quello del PD per cui noi andremo avanti per la nostra strada, uniti e coerenti come abbiamo sempre fatto”.

“A noi non ci interessa quello che fanno gli altri –fa eco Mangialardi- noi abbiamo Fabrizio Volpini che è la storia di questo partito e si è messo a disposizione per portare le buone pratiche di questa città in regione ed è un’occasione unica”.





Questo è un articolo pubblicato il 16-04-2015 alle 23:00 sul giornale del 17 aprile 2015 - 1168 letture

In questo articolo si parla di simone ceresoni, giulia mancinelli, elezioni, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aia0


Luigi Alberto Weiss

17 aprile, 08:42
Una nuova performanca del boy scout delle giravolte. La coerenza non è certo la dote più evidente di questo personaggio, che anticipando di anni la cultura renzista, nella sua carriera è riuscito ad allearsi e sostenere la sua avversaria nella corsa alla carica di sindaco, conquistando la poltrona di assessore. Quanto a SEL non è da meno. In una maxiassemblea fondativa ad Ancona era tra i sostenitori di Altre Marche, quindi di Mentrasti e non il PD. A Senigallia fa l'esatto contrario. Quando si dice "offrire" le idee al mercato elettorale. E stendiamo un velo pietoso sull'"epica" di Volpini e del PD senigalliese, sempre in cattedra a dar lezioni.