#tremaggio, una giornata di eventi e di solidarietà ad un anno dall'alluvione

10/04/2015 - 3 maggio 2014- 3 maggio 2015. In occasione del primo anniversario del tragico evento, che ha colpito Senigallia, il Comune con le Consulte del Volontariato, della Cultura, dello Sport e dei Giovani, e con la collaborazione della Caritas, organizza la giornata all'insegna della solidarietà '#tremaggio'.

Una sorta di maratona di eventi che attraverserà le vie ed i quartieri maggiormente colpiti dall’alluvione.

Si tratta di una giornata all’insegna del ricordo e soprattutto della solidarietà, il cui significato- osserva il sindaco Maurizio Mangialardi -è tutto raccolto nel pensiero di Massimo Cirri, storico conduttore della trasmissione di Radio Due Caterpillar e grande amico della città di Senigallia, che a proposito dell'alluvione dello scorso 3 maggio ha scritto ‘Le alluvioni vanno raccontate, solo così ci si asciuga’”.

Un giorno intero quindi dedicato alla città ed ai cittadini che, con grande forza e spirito solidale, hanno saputo rimettersi in piedi e ripartire. “Per questa ragione-conferma il primo cittadino- essendo nel pieno della campagna elettorale, ho scritto (come sindaco e non come candidato) a tutti i candidati sindaci per invitarli ovviamente a partecipare ma soprattutto per chiedere, in quella giornata, di sospendere ogni attività elettorale”.

La manifestazione, che grazie al programma di iniziative organizzato dalle Consulte e dalla Caritas coinvolgerà le tante associazioni del tessuto sociale e culturale, inizierà alle ore 10 dal Foro Annonario con la Pedalata. I volontari delle associazioni senigalliesi e quanti si vorranno unire, anche a piedi o sui pattini a rotelle, raggiungeranno e percorreranno le strade maggiormente colpite dall'alluvione per poi fare ritorno al punto di partenza.

Al termine dell'iniziativa, patrocinata dal Coni Marche e che si avvale della collaborazione dello storico organizzatore della Pedalata per la vita di Vladimiro Riga, presso i giardini di piazzale Vittoria si svolgerà una piccola manifestazione con i clown e verrà messa a dimora una magnolia.

Come consulta del volontariato abbiamo deciso di fare un gesto simbolico- spiega Anna Magi- Pianteremo 3 alberi (quello a Borgo Bicchia e quello a Borgo Molino verranno piantumati in precedenza- ndr) nelle zone più colpite dall’alluvione coinvolgendo le scuole cittadine”.

Poi, nel pomeriggio, le quattro Consulte comunali animeranno il centro storico con numerose iniziative: alle ore 16 alla chiesetta di Montedoro, Festa della Madonna del Parto, con musica, canti e poesie a cura dell'associazione "Giovanni Longarini" e del "Coro delle voci bianche Doremifasol”; alle 17, alla biblioteca Antonelliana, l'iniziativa ‘Time of my life’ a cura dell'Accademia Corale Calicanto ed alle 17:30, sempre in biblioteca, la presentazione del libro Tremaggio.

Ed ancora, dalle ore 18 le vie del centro storico saranno animate dallo spettacolo dei Tamburini di Roncitelli mentre a Palazzo del Duca sarà inaugurata l'installazione artistica curata da Giovanni Ghiandoni e Andrea Franceschini "Bridge to the future". Alle 18:30, ancora a Palazzo del Duca, ci sarà il recital "Gli argini non sono sponde" realizzato dall'associazione Nelversogiusto. Contemporaneamente, in piazza Roma, si svolgerà il concerto dei Farewell.

L’iniziativa della Consulta dei Giovani accompagnerà i partecipanti alla Cena della solidarietà, in programma alle ore 20 al Foro Annonario (in caso di maltempo al palasport di via Capanna). I proventi della cena, organizzata in collaborazione con la Caritas Diocesana, saranno destinati all'acquisto di defibrillatori per strutture sportive cittadine. Il progetto sarà presentato dall'associazione Cuori di Velluto.

Gran finale alle 21:30 al Foro Annonario con il concerto del Supergruppo senigalliese. La band, formatasi per l’occasione e composta da 60 musicisti e cantanti senigalliesi, si esibirà nelle cover dei più grandi successi internazionali. Per tutta la giornata, infine, al Caffè Centrale sarà visitabile la mostra "Pittori marchigiani del Novecento" curata dall'associazione "Il Cavalletto”.







Questo è un articolo pubblicato il 10-04-2015 alle 18:29 sul giornale del 11 aprile 2015 - 2075 letture

In questo articolo si parla di attualità, solidarietà, alluvione, senigallia, Sudani Alice Scarpini, articolo, tremaggio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ahT2


Il Comune ricorda l'alluvione? Ora manca solo che Totò Riina ricordi le vittime della mafia.

sinceramente sono mooooolto perplesso...e poi gli altri candidati dovrebbero sospendere l'attività elettorale?...mah!




logoEV