Corinaldo: "Se vuoi la pace, difendi la vita" per ricordare l'esempio del dottor Alfonso Pagliariccio

09/04/2015 - Ricordare una figura importante per Corinaldo e per tutta la comunità, grazie ad un'iniziativa pronta a lasciare un'impronta nel cuore e negli animi. Sabato pomeriggio si svolgerà infatti presso il teatro Carlo Goldoni una manifestazione in occasione del 35° anniversario della scomparsa del dottor Alfonso Pagliariccio, un uomo che i corinaldesi ricordano con amore e hanno scolpito nel proprio cuore.

Perché il dottor Alfonso Pagliariccio, nato nel 1927 e a cui l'evento è dedicato, con il suo esempio di vita consacrata alla ricerca della pace (in particolar modo, la pace interiore) e alla dedizione alla propria professione di medico (con oltre 20 mila interventi eseguiti nel corso della sua carriera), ha costituito un esempio per la sua generazione.

"Se vuoi la pace, difendi la vita", questo il titolo dell'evento; una frase pronunciata da papa Paolo VI che la famiglia Pagliariccio ha individuato per riassumere a puntino l'operato compiuto dal dottor Alfonso. Dettagli e peculiarità dell'evento sono stati esposti in conferenza stampa mercoledì 8 aprile nel Municipio di Corinaldo.

Il moderatore dell'incontro in questa occasione è stato l'assessore al Sociale e alla Famiglia Mauro Montesi, presente insieme al sindaco Matteo Principi, l'assessore alla Cultura Giorgia Fabri, il prof. Fabio Ciceroni, autore insieme alla moglie Paola Polverari di un libro inerente alla vita del dottor Pagliariccio, e il dottor Gabriele Pagliariccio, figlio dell'indimenticato Alfonso.

E' stato proprio il dottor Gabriele a rammentare ai presenti l'origine di una simile iniziativa. "L'idea di realizzarla - ha puntualizzato - è nata proprio in seguito alle richieste delle stesse persone di Corinaldo, ma non solo. Le quali, mi sembra evidente, nutrono ancora un ricordo indelebile nei confronti di mio padre. Il quale, tengo subito a precisarlo, era un uomo decisamente a favore della vita e della pace".

L'obiettivo principale su cui l'Amministrazione punta con forza coincide proprio con la tematica di non far dimenticare ma, al contrario, portare avanti le idee di pace del dottor Pagliariccio. "Gli uomini muoiono - ha precisato al riguardo il prof. Ciceroni - ma non le loro idee né i loro esempi. Ed è notorio quanta necessità ci sia di esempi positivi che, perlomeno, provino a spazzar via la negatività. Di fronte a quanto stiamo vivendo, diventa quasi una missione veicolare le energie positive contro le energie di morte. Ciò che ha portato a termine Alfonso Pagliariccio - ha concluso nel suo intervento Ciceroni - ha consistito nel trasmettere le proprie ideologie di pace interiore a tantissime persone. Un esempio che, ripeto, soprattutto in questi tempi cupi si ha il dovere di trasmettere".

"Simili persone - è stato quindi il commento dell'assessore Fabri - possono essere inquadrate come artigiani della pace. L'importanza che proviene da Pagliariccio consiste in una sorta di educazione da trasmettere alla cittadinanza: i ragazzi dovrebbero prendere esempio da questo latore di pace".

"Simili argomenti - ha concluso il sindaco Principi - travalicano nettamente quelli considerati "normali". Come ha già annunciato il dottor Gabriele, l'importanza di quanto stiamo realizzando non consiste tanto nel numero di chi presta ascolto a questi valori ma, al contrario, consiste nella qualità di chi riuscirà a capire l'essenza del messaggio. E riuscirà nell'intento di trasmetterlo soprattutto ai giovani, per cui il dott. Pagliariccio deve costituire un punto di riferimento. Passione, correttezza, pace interiore: se ne fossimo dotati saremmo certo in grado di lasciarci alle spalle ciò che tanto oggi ci angoscia".

Il programma dell'iniziativa è ricco di interventi. Alle 16.30 il teatro "Carlo Goldoni" ospiterà e accoglierà ospiti e partecipanti. Alle 17 è previsto il saluto delle autorità. Alle 17.15, poi, avrà luogo la presentazione del Video/Documento "Scopri la gioia di donare", realizzato dall'Istituto Comprensivo "Carlo Urbani" di Moie (al riguardo, l'assessore Montesi ha speso parole di elogio nei confronti di quanto portato a termine dai ragazzi dell'Istituto di Moie).

Quindi, dalle 17.30, in scaletta previsti gli interventi degli ospiti. Ad esordire sarà il prof. Alberto Quattrucci della Comunità S. Egidio di Roma; quindi prenderà la parola il cardinale Elio Sgreccia, presidente emerito dell'Accademia Pontificia Pro Vita. La conclusione è prevista per le 19.30. il moderatore, come già annunciato, sarà ricoperto dal prof. Fabio Ciceroni. Domenica 12, invece, a partire dalle ore 10 sarà celebrata una messa nella chiesa parrocchiale di san Francesco con ricordo del dottor Alfonso Pagliariccio. Per l'occasione, sarà presente anche padre Giulio Criminesi.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-04-2015 alle 14:58 sul giornale del 10 aprile 2015 - 1038 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di corinaldo, corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ahPC





logoEV