Approvato il Piano per la Conservazione delle Mura. Mangialardi: "Fondamentale il ruolo della città storica"

maurizio mangialardi 07/04/2015 - La giunta comunale ha approvato il Piano strutturale di Conservazione e Valorizzazione del Sistema delle mura della città di Senigallia. Il piano costituirà la cornice per tutti i processi di trasformazione della città storica, sia quelli che andranno ulteriormente declinati attraverso strumenti di indirizzo e di regolamentazione, sia quelli che riguarderanno singoli progetti, interventi e iniziative.

Già presentato pubblicamente lo scorso 2 aprile alla Mediateca comunale, il Piano si caratterizza per il suo forte profilo multidisciplinare e si avvale del contributo di qualificate professionalità come il prof. Giuseppe Lepore, del dipartimento di Archeologia dell'Università di Bologna, il prof. Mauro De Donatis, il prof. Francesco Veneri e la dott.ssa Valentina Iampieri dell'Università di Urbino, il prof. Busdaghi dell'Università di Camerino, e gli architetti Paola, Raggi, Vania Curzi e Michele Gasparetti.

"Con l'approvazione di questo Piano - afferma il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi - facciamo un altro passo avanti verso l'idea di una città che guarda alla sua identità storica e culturale per costruire il proprio modello di sviluppo e una visione strategica del proprio futuro. Per una città che ha nel turismo sostenibile la sua vocazione consolidata, il ruolo della città storica è fondamentale nel superamento di un modello legato solo al turismo balneare. L'obiettivo è estendere e diversificare le proposte, facendo leva sull'identità locale, la cultura, l'accoglienza e gli eventi, per attrarre nuovi segmenti turistici".

"Va ricordato - aggiunge l'assessore all'Urbanistica Simone Ceresoni - che l'idea della tutela e della valorizzazione del nostro centro storico non nasce oggi, ma è figlia del percorso avviato con il Piano particolareggiato del centro storico e che è proseguita con quei progetti pubblici e privati, che possiamo riassumere nelle strategie che chiamiamo 'città bella' e 'città di lungo corso', i quali hanno reso così attraente la nostra città negli ultimi anni. Il Piano per la conservazione e la valorizzazione delle mura urbiche getta le basi operative per il prosieguo di altre attività: dall'abaco per il manuale del restauro al manuale di manutenzione, fino allo studio di progetto per l'illuminazione delle stesse mura".





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2015 alle 13:54 sul giornale del 08 aprile 2015 - 950 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, maurizio mangialardi, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ahJw


Alberto Petrolati

08 aprile, 07:53
Auspico che oltre alla valorizzazione delle mura si provveda soprattutto a rinnovare l'asfalto delle strade urbane

Geva Utente Vip

08 aprile, 10:50
Caro Comune, non tanto l'asfalto quanto l'acciottolato intra moenia. Ammira come è ridotto quello della parte non ancora rinnovata della tanto decantata Piazza Saffi, ed in particolare quella, a rischio di cadute per bambini ed accomoagnatori, prospicente l' ingresso della scuola Pascoli.

radom Utente Vip

09 aprile, 15:26
Va bene la polemica su qualsiasi cosa, ma la scelta di valorizzare le mura storiche è un atto rilevante. Una città che vuole proporsi come attrazione turistica, deve valorizzare il suo patrimonio, e le mura storiche, o almeno quello che ne resta, ne sono parte molto importante.
Per una volta si lascino da parte le polemiche e si guardi al significato della scelta fatta.