Il pesce azzurro sbarca a Senigallia, a due passi dalla Rotonda i menù a base di pesce della catena di ristoranti self-service

01/04/2015 - Il Pesceazzurro sbarca a Senigallia (An). Da sabato 4 aprile, a due passi dalla Rotonda si potranno degustare i menù a base di pesce ispirati dalla filosofia da cui è nata nel 1979 la catena di ristoranti self-service, quella di far assaggiare a tutti la bontà e la qualità del pescato dei soci della cooperativa Coomarpesca.

Un’intuizione che, dopo la casa madre di Fano (Pu), con Senigallia arriva all’apertura del quinto punto di ristorazione insieme a quelli di Cattolica (Rn), Milano Marittima (Ra) e Rimini. Un gruppo che, nel 2014, ha segnato un traguardo di 400 mila clienti, con un fatturato di 6 milioni di euro e 120 persone occupate. In via Abruzzi 18, saranno 15 gli addetti ma potrebbero arrivare a 20 in questa prima stagione di apertura.

L’investimento per il nuovo locale del Pesceazzurro, che prima ospitava un bowling, è stato di 600 mila euro per realizzare un self-service con una superficie complessiva di 1.500 metri quadrati, di cui 900 dedicati al ristorante, e una capienza di 500 posti dove si potrà degustare il menù completo a prezzo fisso di 13 euro che comprende due antipasti, un primo, due secondi, un contorno, pane, acqua e vino alla spina. Il Pesceazzurro, infatti, è sostenibile grazie all’utilizzo di prodotti monouso biodegradabili e compostabili al 100% per servire le pietanze e le bevande alla clientela, quest’ultime somministrate alla spina per evitare il consumo delle bottiglie di plastica.

“Per tutti noi è veramente un grande onore diventare parte della comunità di Senigallia – dice Marco Pezzolesi, amministratore unico del Pesceazzurro -, un’opportunità della quale ringraziamo l’amministrazione comunale e tutti coloro che ci hanno supportato in questo progetto. Una città alla quale, lo scorso anno, abbiamo cercato di stare vicini dopo l’alluvione, con la donazione di 5 centesimi per ogni pasto consumato in tutti i punti del Pesceazzurro, perché la solidarietà è parte di noi e del nostro Dna di cooperatori”. Senigallia, aggiunge Pezzolesi, “è una città di cui tutti sono innamorati e questo ci rende ancora più entusiasti per questa nuova apertura che permette un ampliamento degli orizzonti della nostra catena di self-service”. Info www.pesceazzurro.com.

 





Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 01-04-2015 alle 16:07 sul giornale del 02 aprile 2015 - 10144 letture

In questo articolo si parla di attualità, senigallia, pubbliredazionale, pesce azzurro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ahwX


Sicuramente una bella iniziativa commerciale. L'unico punto dolente è che in quella via è quasi impossibile parcheggiare, sia per la consumazione che per l'asporto, essendo una strada chiusa in una zona ad alta densità turistica. L'unica alternativa esistente, sarà, l'apertura del nuovo sottopasso dell'ex Collegio Ferrovieri. Chissà, se nel nuovo PRG approvato, vi è la possibilità di creare a ridosso della ferrovia, l'alternativa stradale al lungomare Alighieri da via Spontini a via Dalmazia come è a tutt'oggi la via Rieti.
Leonardo Maria Conti

Finalmente anche a Senigallia!
Certo, come dice Leotex sarà difficile fare l'asporto, ma con la previsione del sottopasso ciclo/pedonale (a proposito, quando sarà fatto?) che gli passa davanti hanno trovato una posizione quasi perfetta anche per attirare avventori passeggiatori dalla città.
Complimenti

Eh bhe parcheggio zero nel periodo estivo ... visto tutti i locali c'è ci sono nella zona ... Secondo me ci sarà un bel caos ... Che ci si va x vedere il posto e poi non ci si torna più .. Era meglio farlo nell'area del ex colonie dell'enel almeno li c'era un sacco di posto ... Staremo a vedere fin quando starà aperto ....!!!?

Sono contenta dell'apertura di questo nuovo ristorante a Senigallia.
Sono anni che vado a Fano e non mi dispiace avere l'opportunità di mangiare i loro piatti anche qui.
Tuttavia mi sono accorta che quando sparecchiano, tutto viene poi buttato nel medesimo bidone....dubito che poi qualcuno nel retro ci rimetta mano per differenziare....
Su facebook avevo scritto loro un messaggio, cui non avevo mai ricevuto risposta... "...cortesemente, potrei sapere come mai non viene applicata la raccolta differenziata presso i vostri ristoranti?

apprezzo e molto la "svolta ecologica" che avete intrapreso...e ciò mi fa venire anche più volentieri

tuttavia mi lascia interdetta ed ammetto pure infastidita vedere che quando viene sparecchiato tutto viene buttato nello stesso secchio.....

è un vero peccato perdersi poi su queste cose.

Spero vogliate affrontare anche questa cosa molto a breve

per esempio aprirete a Senigallia il prossimo anno, vi è la raccolta differenziata obbligatoria anche per gli esercizi commerciali....qualcosa dovrete fare ....".

Infatti, a Fano ora si può portare via anche ciò che non si è consumato e trovo ciò molto importante ed educativo... il cibo non va sprecato, mai!
Lo stesso è degno di nota l'uso di prodotti alla spina e di materiale compostabile (che cmq ha tempi di smaltimento minori), ma ciò poi perde di significato se tutto viene gettato nello stesso bidone nella discarica "generalista"...
Spero che quelli che ho visto siano stati solo episodi di un cameriere non preciso...

Staremo a vedere...

"Il pesce azzurro sbarca a Senigallia...."
Thumbs per il titolo, ci sta!!... ovviamente il pesce azzurro non poteva atterrare..;)

E' interessante solo per chi vuole spendere poco.

Per tutti gli altri questo ennesimo ristorante non credo modifichi granchè.

All'atto pratico, forse, ci sarò una riduzione dei prezzi.

Per quanto rigudarda i parcheggi:

Beh, se è una specie di mensa di pesce la si poteva fare anche da un'altra parte.

Oppure usare quello che il padreterno ci ha dotato, le gambe, so che per molti senigalliesi sarà una novità, ma camminare fa bene, ogni tanto.




logoEV