Arresti per tangenti alla Cpl Concordia: appalti anche a Senigallia. Memè, 'Tutto in regola'

30/03/2015 - Gestisce appalti anche a Senigallia la CPL Concordia, la cooperativa finita nel mirino della magistratura per presunte tangenti nella metanizzazione di Ischia che ha portato ieri all’arresto dell’ex presidente Roberto Casari e di alcuni dirigenti.

La Cpl gestisce in città l’appalto del calore (riscaldamento e raffreddamento) di tutti gli edifici pubblici ed è in gara per l’appalto, in project financing, anche dell’illuminazione pubblica.

“La CPL da cinque gestisce in appalto il calore negli edifici pubblici e il servizio è impeccabile –spiega l’assessore ai lavori pubblici Maurizio Memé- parliamo di una cooperativa da oltre 180 dipendenti che non chiude certo i battenti. La magistratura ha avviato un’indagine ma nulla c’entra con il bando in corso nella nostra città. Noi abbiamo lanciato un project financing per la gestione dell’illuminazione pubblica. Ci sono due aziende in ballo, la CPL Concordia e la Hera Luce.

La gara prevede verifiche e assegnazione di punteggi secondi criteri prestabiliti. Alla fine l’azienda vincitrice dovrà fornire tutta una serie di documenti, tra cui certificati antimafia, ecc… Se la prima non dovesse risultare idonea, automaticamente l’assegnazione dell’appalto passerebbe alla seconda classificata. Come si capisce tutto avviene in modo pubblico e trasparente. Ci sono regole e procedure da rispettare. Non ci sono, attualmente, le condizioni per fare nulla, perché nulla c’è da fare se non andare avanti con il bando”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-03-2015 alle 23:45 sul giornale del 31 marzo 2015 - 2049 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ahsh


Luigi Alberto Weiss

31 marzo, 08:19
State attenti anche alle colline del primo entroterra senigalliese, versante cesanense, tra vecchie discariche e nuovi campi fotovoltaici. Forse esce la... sorpresa. Del resto siamo sotto Pasqua!

renzo francesconi

31 marzo, 13:41
Anche se fosse tutto in regola (come spero) varrebbe la pena NON continuare con le SOLITE "coperative".
Ma a Senigallia e' quasi impossibile cambiare qualcosa se i cittadini continuano a dare fiducia ai soliti noti.
Meme' asserisce che non c'e' altro da fare che andare avanti con il bando....non vorrei che si andasse avanti con la "banda".

Memé... quando avete deciso di indire la gara GIA' SAPENDO che la Cpl Concordia, che vantava una prelazione, si sarebbe presentata, Paolo Battisti, consigliere di opposizione, in Consiglio Comunale vi aveva avvisato che l'impresa era sotto inchiesta.

Perché non avete voluto soprassedere fintanto che le cose non si fossero chiarite? Che fretta c'era? Perché rischiare?

Anche le tue unghie cigolano sullo specchio, credimi. Bella rogna, adesso.




logoEV