Verso le elezioni: Vivi Senigallia pronta, il Pd dopo Pasqua. Stretta finale per Paradisi

Elezioni comunali 27/03/2015 - Vivi Senigallia lancia la ricandidatura a sindaco di Maurizio Mangialardi. La lista civica “del sindaco” che nel 2010 era stata la rivelazione della tornata elettorale, assestandosi come il secondo gruppo di maggioranza dopo il Partito Democratico, è già scesa in campo avviando la campagna elettorale.

Già diffusi i manifesti elettorali della lista che appoggia Mangialardi con lo slogan “Nella città di tutti #dallapartegiusta”. Quasi completata anche la lista che correrà nella coalizione composta anche da Pd, Città Futura e dalla lista civica Obiettivo Comune.

Tra i nomi dei candidati, oltre a quello dell’assessore e vice sindaco Maurizio Memé, figurano quelli del consigliere comunale Mario Fiore, Enrico Rimini, ora nel Gruppo Misto, di Stefano Canti, di Mauro Bedini, vigile del fuoco, Manuele Mazzaferri, albergatore, Luigi Benvenuti, assicuratore, Valentina Vittori, mamma, Beatrice Volpini, impiegata, Lorenzo Beccaceci, impiegato, Gianna Prapotnich, docente, Ea Polonara, docente, Vanessa Barabesi, insegnante, Alessandro Savini, dipendente Asur. A scendere in campo ufficialmente e a lanciare la candidatura a tutti gli effetti di Maurizio Mangialardi tra pochi giorni sarà anche il Partito Democratico, ancora alle prese con le consultazioni interne.

“Siamo un partito strutturato e i nostri tempi sono un po’ più lunghi di quelli di una lista civica –spiega la segretaria del PD Elisabetta Allegrezza- comunque ci siamo quasi. Stiamo definendo gli ultimi dettagli e subito dopo Pasqua saremo pronti per presentare la lista del Pd che correrà alle prossime elezioni a sostegno della ricandidatura di Maurizio Mangialardi”.

Nulla di nuovo intanto sul fronte del Coordinamento Civico e della possibile alleanza con Forza Italia. Il leader del movimento civico, guidato dal consigliere comunale Roberto Paradisi, sarebbe alle fasi finali di una delicata “trattiva” che porterà alla scelta del candidato sindaco (in pole lo stesso Paradisi) e dell’eventuale accordo con Forza Italia che però vuole correre con una propria lista e il proprio simbolo di partito mentre il Coordinamento Civico preferisce mantenere una connotazione apartitica.





Questo è un articolo pubblicato il 27-03-2015 alle 23:55 sul giornale del 28 marzo 2015 - 952 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, elezioni, politica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ahlx


Se si uniscono contro Mangialardi possono spuntarla.
Manca un candidato forte.
Molti dei citati hanno fatto il loro tempo senza maturare la necessaria esperienza che manca oggi.




logoEV