Il bar 'vietato ai politici' finisce dal Prefetto

25/03/2015 - Una segnalazione alla Prefettura di Ancona per quel cartello affisso con la scritta "l'ingresso vietato ai politici".

L'iniziativa, apperentemente goliardica ma estremamente importante per il titolare del bar pizzeria Da Anna di Montignano, assume toni seri e di legalità. In consiglio comunale l'altra sera il sindaco Maurizio Mangialardi, rispondendo ad una interrogazione del consigliere del PD Simeone Sardella proprio circa il cartello affiso dal locale, ha annunciato che l'episodio è stato segnalato alla Prefettura. Mangialardi ha precisato che il tema della sicurezza "è estremamente serio e nessuno puà vietare a nessuno di entrare in un locale pubblico". 

Sul generale tema della sicurezza, che crea sempre più apprensione ai cittadini a causa dell'inarrestabile escalation di furti e scippi, il primo cittadino ha proposto di affrontare l'argomento, con i dati alla mano del consuntivo del 2014 attesi dalla Prefettura, in una apposita commissione consiliare alla presenza anche dei rappresentanti delle forze dell'ordine. 





Questo è un articolo pubblicato il 25-03-2015 alle 20:42 sul giornale del 26 marzo 2015 - 3375 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, articolo e piace a eddabaioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ahdi


Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento modificato il 25 marzo 2015

Chi lo ha segnalato ha la testa solo piena d'aria

Ma te pensa che con tutti problemi che dovrebebbe risolvere sto sindaco a cosa va a pensa' che autogol senza parole...........

sando top

26 marzo, 04:29
Caro Sindaco,invece di perdere tempo a segnalare il gesto senz'altro ironico del tassato,tastassato e indifeso cittadino perche' non fa qualcosa per la sicurezza che qui viviamo barricati in casa alla mercede del primo malvivente che passa?

Luigi Alberto Weiss

26 marzo, 08:07
Il sindaco è ancora di più vittima della sua retorica vuota e inconcludente, incapace di valutare il sentimento dei cittadini e ottusamente schiavo di una visione burocratico-poliziesca delle cose. Un amministratore pubblico serio dovrebbe avere la capacità di autocritica quando serve, non presentarsi sempre come l'oracolo della verità. I cittadini hanno occhi e cervello per ragionare e capire che la sicurezza, da tempo, sulla spiaggia di velluto è solo una parola perchè ci sono lobby da salvaguardare e interessi da garantire. Basta!

Franco Rosini democristiano

26 marzo, 09:56
Giusto il rilievo del Sindaco Mangialardi sul fatto che "nessuno può vietare a nessuno di entrare in un locale pubblico" (ad eccezione però del giudice con provvedimento giudiziario); tuttavia sarebbe il caso quanto meno di sapere perché la titolare del bar-pizzeria "Anna" di Montignano abbia preso questa originale iniziativa. Franco Rosini

Una commissione non si nega a nessuno.... poi va a finire come per l'alluvione, due verità e nessuna soluzione.
Ma nel frattempo si esce sulla stampa almeno 4 o 5 volte.
Ma finché c'è chi abbocca con 80 euro, fanno bene.

Bravo gjghyt (ma che nick ti sei messo)....hai ragione.
I vecchi politici hanno anche il coraggio di reagire, non rendendosi conto che fare il politico vuol dire anche essere criticato.
Il proprietario del bar forse doveva scrivere "Vietato l'ingresso hai politici corrotti e incapaci" avrebbe avuto lo stesso effetto e non sarebbe andato incontro alle varie "vendette".

Angelo Diamantini

26 marzo, 11:59
La politica dovrebbe essere una vocazione; mettersi al servizio della collettività per far funzionare le cose ed amministrare il bene pubblico (anche se oggigiorno tutti sappiamo che non è più così).
La protesta del gestore del bar riflette uno scollamento tra politica e popolazione (o se si preferisce tra rappresentanti e rappresentati) ed un malcontento generale.
Se io fossi stato il sindaco avrei cercato di capire le ragioni di questo malessere che alla fine sfocia nell'antipolitica.
Si è preferito invece "bastonare" quel cittadino che ha voluto esprimere il proprio malessere e dissenso.
Scelta a mio avviso miope del nostro primo cittadino (e anche autolesionistica) anche perchè la critica era rivolta a tutta la classe politica in generale e non solo ad una parte di essa.

Concordo con ANGELO DIAMANTINI e ricordo che anche se è un esercizio pubblico si entra sempre a casa d'altri, per esempio molti esercizi non fanno entrare gli animali. gjghyt è il mio nick così chi fa una ricerca con google scopre subito chi sono, nome cognome e foto/video segnaletici. :D

http://www.viveresenigallia.it/index.php?page=articolo&articolo_id=527225

Ma i paragoni con il fascismo chi li ha fatti? ora si vuole modificare il significato delle affermazioni fatte? ma non siamo scemi….




logoEV