Corinaldo: fine settimana ricco di impegni. Principi, 'Opportunità per valorizzare il nostro patrimonio'

23/03/2015 - Un fine settimana intenso, Corinaldo città palcoscenico ha accolto fra le sue mura tante iniziative diverse fra loro ma che hanno animato il borgo.

In particolar modo la giornata di domenica, che ha visto colorare il paese con 3 appuntamenti importanti: la giornata conclusiva del FAI, le celebrazioni della festa di san Giuseppe con il convegno della Confartigianato Ancona e in serata lo spettacolo al teatro “Carlo Goldoni” di Serena Dandini “Ferite a morte”, per le interpretazioni di Lella Costa, Orsetta De’ Rossi, Giorgia Cardacci e Rita Pelusio. Una delle iniziative che ha catalizzato l’attenzione si è rivelata essere quella realizzata dalla Confartigianato Imprese Ancona con la collaborazione del Comune di Corinaldo. Un momento di incontro volto a celebrare la tradizionale festa di san Giuseppe e tributare premi alle aziende che, per diverse motivazioni, più si son distinte nell’arco dello scorso anno. Dopo la santa messa officiata da don Bartera nella collegiata di san Francesco, e dopo una visita al centro, il fulcro del convegno si è spostato all’interno della sala consiliare del Municipio.

Che, per l’occasione ha ospitato gli interventi del sindaco Matteo Principi e i suoi assessori, degli onorevoli Piergiorgio Carrescia ed Emanuele Lodolini, parlamentari; la presidente della Provincia di Ancona Liana Serrani e tutti gli esponenti della Confartigianato. Erano infatti presenti il segretario provinciale Giorgio Cataldi, Giacomo Cicconi Massi, segretario CGIA Senigallia; Sauro Vignoni, nuovo presidente provinciale impiantisti; Lorenzo Pirani, presidente Confartigianato Corinaldo. “Non posso che rallegrarmi – ha esordito il sindaco Principi – di fronte a una platea così gremita e interessata. Segno inequivocabile che la strada intrapresa corrisponde a quella giusta. Mi sembra doveroso sottolineare il fatto che in questo fine settimana Corinaldo ha ospitato ben tre iniziative. Opportunità notevoli, che ci permettono di valorizzare al meglio il nostro patrimonio. Trarre il meglio da ogni iniziativa: ecco il “modus procendi” da perseguire”. Quindi, a mano a mano, è stato il turno degli altri presenti, chiamati a esprimere il proprio parere sulla giornata in questione. Ognuno ha analizzato, secondo il proprio punto di vista, la situazione attuale e le condizioni favorevoli e sfavorevoli dell’economia attuale.

“Per dare speranza all’economia locale – ha detto, ad esempio, Vignoni – sono necessarie iniziative inerenti a particolari settori. Mi riferisco al fisco, bilancio e settori analoghi”. “Dalle mura di Corinaldo – è stato invece il commento dell’onorevole Carrescia – si sprigiona quella particolare forza che sta alla base delle imprese del nostro indotto e modello di lavoro. Ma, un simile spunto, fornisce l’esatto suggerimento per tentare di uscire dalla crisi. Non da soli, semmai grazie all’aiuto che soltanto l’Europa, attualmente, è in grado di darci”. Serve un impegno sinergico, ha proseguito Carrescia, e soprattutto occorre non mollare la presa.

“Sono necessarie tre premesse per iniziare al meglio la giornata – è stato invece il commento di Lodolini –: augurare a tutti una buona festa di san Giuseppe; augurare buon lavoro a Cataldi quale nuovo presidente della Camera di Commercio di Ancona; salutare il sindaco Principi, che si trova non alla guida del paese della discarica ma, prima di tutto, del paese della bellezza. Da qui occorre ripartire, tenendo bene a mente le prerogative di Corinaldo, ora quanto mai necessarie per ripartire e assestare un calcio diretto alla crisi e a quanto ne consegue”. Dopo di che sono state premiate le aziende artigiane della Provincia di Ancona che si sono distinte nel corso del 2014.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-03-2015 alle 14:55 sul giornale del 24 marzo 2015 - 638 letture

In questo articolo si parla di comune di corinaldo, corinaldo, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ag8g