L'Area Vasta sul Centro Trasfusionale dell'Ospedale, 'A breve alcune ipotesi di acquisizione di personale'

ospedale di senigallia 21/03/2015 - Facendo seguito agli articoli apparsi nei giorni scorsi sui quotidiani locali e relativi al Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Senigallia, la Direzione dell’Area Vasta n. 2 intende fornire alcune precisazioni.

Le attività svolte dall’AVIS sono da sempre ritenute essenziali e meritevoli di forte apprezzamento da parte delle strutture pubbliche e dei cittadini. Tali attività trovano nei  Centri Trasfusionali il punto privilegiato per la loro concretizzazione. Quello dell’Ospedale di Senigallia non è al momento in condizione ottimale per supportare la grande operosità  dell’AVIS locale,soprattutto per quanto riguarda il suo organico medico ,dopo il pensionamento del suo ex Primario.

Della situazione, anche su sollecitazione del Sindaco di Senigallia e dell’AVIS, questa Direzione avanzerà a breve alcune ipotesi di acquisizione di personale, atte a risolvere la problematica. Ipotesi che terranno conto sia delle esigenze dell’AVIS e dei cittadini donatori, sia del processo di riorganizzazione in atto in tutta l’AV2”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2015 alle 16:37 sul giornale del 23 marzo 2015 - 910 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, asur marche, ospedale di senigallia, centro trasfusionale, Area vasta 2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ag4Y