Elezioni, Mangialardi: "Volpini è la persona giusta, nel momento giusto e nel ruolo giusto"

fabrizio volpini 20/03/2015 - Fabrizio Volpini rappresenta la persona giusta, nel momento giusto e nel ruolo giusto per consentire a Senigallia e a tutto il territorio delle valli del Misa e del Nevola di aprire una nuova stagione di crescita e benessere.

L'uomo giusto perché, oltre alle sue indubbie capacità personali, Fabrizio ha maturato un'importante esperienza di governo nell'Amministrazione comunale che gli ha permesso di acquisire molte competenze e una vasta conoscenza dell'intero territorio, anche oltre i confini cittadini, grazie all'intensificarsi dei progetti di gestione associata delle funzioni con i Comuni del territorio. Le best practice che hanno rappresentato il motore delle amministrazioni comunali senigalliesi degli ultimi anni, fino a farne un modello da imitare ed esportare in altre realtà, costituiscono un patrimonio di grande valore che Fabrizio, ne sono certo, saprà autorevolmente mettere al servizio della Regione: dall'individuazione delle forme di partecipazione popolare alla necessità di accrescere le risorse per il sociale, dalla cultura e dal turismo come nuove leve per il rilancio economico del nostro modello di sviluppo alla salvaguardia dell'ambiente e alla difesa dei beni comuni.

Nel momento giusto perché, mai come ora, Senigallia e l'entroterra senigalliese hanno bisogno di un loro rappresentate in seno al consiglio regionale per dare soluzioni concrete alle questioni aperte che stanno più a cuore ai cittadini, in primis la sanità e la manutenzione dell'assetto idrogeologico. Sul primo tema, Fabrizio conosce meglio di chiunque altro i bisogni e le criticità della sanità senigalliese. Una conoscenza frutto delle competenze che gli derivano dalla propria professione, svolta con passione e umanità universalmente riconosciute, ma anche per essersi battuto affinché nella fase di riorganizzazione della nostra ex zona, Senigallia salvaguardasse i suoi servizi essenziali. Identico discorso vale per il secondo punto, la manutenzione dell'assetto idrogeologico, tema sul quale, come assessore della giunta comunale, ha condiviso le scelte per azzerare il consumo di suolo, mettere in sicurezza il territorio e tutelare l'ambiente.

Nel posto giusto, infine, perché oggi la Regione non solo svolge un ruolo chiave nel determinare le politiche e nello stanziare risorse a favore dei territori, ma anche nella possibilità di stabilire un quadro normativo e amministrativo più snello ed efficace, capace di rispondere positivamente alle esigenze dei Comuni.

Ciò è proprio di cui ha bisogno Senigallia e il suo entroterra, in particolare per quanto riguarda l'esigenza di semplificare le procedure di attuazione degli interventi per la messa in sicurezza del fiume Misa. Fabrizio sa bene che in Regione ci sono le risorse necessarie per realizzare quei progetti fondamentali a restituire serenità ai cittadini, ma soprattutto sa che è necessario superare la illogica prassi delle procedure burocratiche che tengono paralizzati i fondi, mentre la paura attanaglia i cittadini ogni volta che inizia a piovere.

Oggi più che mai, emerge la necessità di un nuovo modello di governo, capace di avvicinare la Regione ai bisogni dei cittadini, delle piccole e medie imprese, dell'ampio e variegato arcipelago della cultura e del volontariato. In questo senso, Fabrizio Volpini interpreta pienamente il cambiamento delineato dalla candidatura a governatore di Luca Ceriscioli. Un cambiamento in cui acquisteranno valore e centralità i cittadini e le loro amministrazioni comunali.


da Maurizio Mangialardi
sindaco di Senigallia



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2015 alle 15:33 sul giornale del 21 marzo 2015 - 1879 letture

In questo articolo si parla di fabrizio volpini, comune di senigallia, politica, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ag2p


Buongiorno.
Mi riesce difficile capire "il perchè" un Ente pubblico debba dare risalto ad aspetti elettorali.
Quale finalità istituzionale ha questa notizia, se non quella di fare propaganda a favore di candidati del PD?
Il Comune non è di proprietà del PD.
Il PD non è il Comune.
Enesima caduta di stile da parte di chi gestisce la "comunicazione" all'interno del Comune.

Buona giornata.

PS: almeno ieri sera qualcuno ha avuto il buon senso di eliminare il post di questa notizia, apparso nel pomeriggio sulla pagina istituzionale FB del Comune.

Come nella vecchia unione sovietica!!!!!

Tarcisio Torreggiani

21 marzo, 10:59
Condivido le valutazioni che fa Pizzi e con Mangialardi non sono proprio d'accordo

Sì, infatti.
Questi non conoscono più la differenza tra partito e amministrazione.

goffredo

21 marzo, 14:31
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Il problema è il correntismo all'interno dei partiti. Le correnti fanno venire il torcicollo, l'influenza, ti debilitano. E sotto elezioni bisogna essere al massimo. E bisogna "accontentare" le correnti anche se piccole per non dire insignificanti. Tutto fa brodo per raggiungere il 50,01%.

Fanno campagna con i soldi nostri. Speriamo in un nome votabile per i moderati. Volpino sembra Lenin




logoEV