Belvedere: furto a casa di un dipendente della Cgia di Jesi, i ladri scappano con un orologio d'oro

20/03/2015 - Si arrampicano sul balcone, applicano un foro agli infissi della portafinestra e, dopo aver sfondato il vetro, entrano in un appartamento al secondo piano di una palazzina a sei piani. Così tre giovani, vestiti di scuro ed a volto scoperto, l'altro pomeriggio hanno messo a segno un colpo a Madonna del Sole di Belvedere Ostrense.

A notare i tre ladri mentre si davano alla fuga a bordo di un’Alfa 147 grigia scura con una targa successivamente risultata rubata, sono stati i vicini che, udendo rumori in casa e sapendo che i proprietari erano fuori, hanno immediatamente allertato i carabinieri.

Giunti nell’abitazione del dipendente della Confartigianato di Jesi Claudio Viola, che al rientro ha trovato la camera da letto a soqquadro ed i cassetti svuotati (come dimostra la foto pubblicato dalla vittima sulla sua pagina facebook), i militari hanno eseguito i rilievi ed ascoltato i testimoni accertando la provenienza furtiva della targa.

Nessuna traccia invece dei malviventi che, secondo quanto accertato, avrebbero portato via un orologio d’oro del valore di 2.000 euro.





Questo è un articolo pubblicato il 20-03-2015 alle 17:12 sul giornale del 21 marzo 2015 - 929 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, belvedere ostrense, jesi, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ag2O


Ehi!! Ancora ladri? Saranno italiani o extracomunitari stavolta?
Per "par condicio", speriamo che questi siano italiani...

Vedi commento del sottoscritto a:
http://www.viveresenigallia.it/index.php?page=articolo&articolo_id=526215

Diego Di Chiara

22 marzo, 07:46
Ma scappare con l'auto non sarebbe stato piu' comodo?